LIBRI. Un romanzo di calcio, amore e guerra

106

Batticuore, chi non lo ha mai provato. Amore, sforzo fisico prolungato come in una partita di calcio, di pallone si dice qui in Italia, e tanta passione. Questo mix si trova nelle pagine del bel romanzo di Alberto Patelli, uscito a maggio scorso per i tipi di Il Ciliegio Edizioni: One Day Footballer – Una finestra sul prato.

Il protagonista del libro è Rick, un personaggio di fantasia che però si muove in un contesto reso veritiero dalla penna di Patelli. Rick è un calciatore inglese della metà degli anni Venti e la fine dei Trenta dello scorso secolo.

È un ragazzo riservato, ma che in campo si dimostra un leader per talento, personalità ed inventiva. E chi non ricorda molti giocatori sudamericani, ad esempio, che venivano dalla strada: Pelè, Maradona e tanti altri ancora.

Molto giovane, a 16 anni o poco più, incontra l’altra parte del cielo, la donna della sua vita, Ellen, più grande di lui di poco. È una ragazza colta, volitiva ed impegnata nel sociale. L’amore tra i due è forte, profondo, in grado di colmare la distanza dovuta alla frequentazione di ambienti molto differenti tra loro. La Prima guerra mondiale ha lasciato una pesante situazione economica anche in Inghilterra, una situazione che si ripercuote sul lavoro e dunque sulle famiglie. La coppia attraverserà diverse vicissitudini che influenzeranno in maniera determinante la carriera calcistica di Rick.

La guerra di Spagna irromperà prepotentemente nella storia. Ellen aderirà alle Brigate Internazionali, divenendo infermiera e operando in prossimità del fronte, rimanendo gravemente ferita ma Rick sarà determinante nel completo recupero dalla sua infermità in cambio, però, dell’ennesima forzata interruzione nella sua ascesa nel mondo del calcio.

I due adotteranno un bambino spagnolo evacuato dalla guerra e Rick riuscirà avventurosamente a farlo ricongiungere con la madre sul suolo messicano. Lì, oltreoceano, a distanza di anni, Rick verrà ricordato come “One FDay Footballer”, il giocatore di un giorno per iuna strepitosa sua ultima partita.

Poi Rick si arruola per combattere nella Seconda guerra mondiale, e di lui si perdono le tracce, nella nebbia del conflitto, la stessa nebbia che da bambino aveva superato per andare a giocare in paese a pallone.

Antonio Albanese