LIBRI. L’incredibile prima di colazione

106

Se state partendo per le vacanze che vi aspettate rilassanti, o siete appena rientrati, ma non volete catapultarvi nella routine e non sapete cosa leggere e non volete la solita cosa da spiaggia ma allo stesso tempo volete una lettura agevole, portate in valigia o mettete sul comodino un testo di Carlo Lucarelli, l’incredibile prima di colazione.

Edito da Solferino, anno 2020, 325 pagine, in vendica con il Corriere della Sera, racconta le strane storie che hanno accompagnato un secolo, quasi due di vicende incredibili.

Nello stile di Carlo Lucarelli vengono raccontate quelle storie di personaggi e fatti che hanno lasciato il mondo con il fiato sospeso, nell’istante in cui accadevano, per poi essere dimenticate dalla storia.

Ci sono le storie di Ettore Majorana, Antonio Meucci ma anche Charles Ponzi, autrici di gialli come Anne Perry ogni storia va al di là di quello che accade ed è sempre una riflessione su quello che poteva essere.

Sono le storie raccontate dal punto di vista di chi non prende posizioni ma come una voce narrante in un film, sta li e filma e racconta: al lettore spetta poi trarre le sue conclusioni.

Come scrive l’autore nella introduzione: «A me piace raccontare storie. Sono uno di quelli che quando sente o vede qualcosa di interessante subito pensa a come metterla in fila per raccontarla a qualcuno, scegliere le parole, trovare le immagini, fermarsi a un certo punto per riprendere il filo più avanti, e a volte così intensa, l’operazione, che smetto di guardare o sentire quello che sto vivendo in diretta».

E così l’incredibile prima di colazione riporta in vita dei personaggi scomparsi dalla memoria ma che hanno cambiato a loro insaputa, forse, il corso della storia e ogni mattina sono li che vi terranno compagnia ogni volta che deciderete di accoglierli a casa vostra.

Graziella Giangiulio