Zeidan non si dimette

43

LIBIA – Tripoli 23/08/2013. Dopo le recenti dimissioni di alcuni ministri del governo libico e la perdurante crisi di sicurezza del paese, il primo ministro Ali Zeidan ha detto che non sta prendendo in considerazione le dimissioni il tempo che gode della fiducia del Congresso Nazionale Generale.

Parlando in televisione libica Al-Nabaa il 21 agosto, il primo ministro ha detto che le sue dimissioni creerebbero un vuoto politico incolmabile e creerebbero ulteirori difficoltà alla già difficile situazione che il Paese sta affrontando. Zeidan ha espresso la sua volontà di continuare a lavorare per il suo paese, a prescindere dalla difficoltà della missione è stato affidato. Già due ministri, tra cui quello degli Interni, si sono dimessi da inizio del 2013, causando le dimissioni con la mancanza di sostegno da parte del governo nell’attuazione delle loro politiche.Per quanto riguarda le dimissioni dei suoi ministri, il primo ministro Zeidan ha negato ufficialmente di aver interferito nel lavoro degli ex ministri.Sulla attuale situazione politica in Egitto, Zeidan ha avvertito che una eventuale crisi politica avrebbe avuto un impatto negativo sulla Libia, se non fosse risolta rapidamente.