I filippini lasciano la Libia

67

LIBIA – Tripoli 30/05/2014. In considerazione del deterioramento della situazione della sicurezza nel paese, l’Ambasciata filippina in Libia ha alzato il livello di allerta: da livello 2 (fase di restrizione) al livello 3 (rimpatrio volontario) dal 29 maggio.

Con il Livello 3, i filippini in Libia, circa 13.122, sono invitati a lasciare il paese volontariamente il più presto possibile. Il governo filippino ha promesso di sostenere i costi di rimpatrio. La decisione è arrivata dopo che il segretario degli Affari Esteri, Albert del Rosario, ha visitato Tripoli e si è incontrato con i funzionari d’Ambasciata e con il Rapid Response Team dell’ambasciata allo scopo di realizzare un piano di emergenza.
Molti diplomatici hanno lasciato le ambasciate di appartenenza: alcuni Stati arabi, tra cui l’Arabia Saudita, l’Algeria , Emirati Arabi Uniti e l’Egitto. Il governo Usa ha chiesto agli americani di lasciare la Libia il 27 maggio, mentre l’ambasciatore britannico Michael Aron ha assicurato i cittadini britannici via Twitter che la posizione del Regno Unito non era cambiata.

CONDIVIDI
Articolo precedenteGNL Shell per Tokyo
Articolo successivoL’Egitto ci riprova