Piano B per il Congresso libico

102

LIBIA – Tripoli 20/01/2104. Il portavoce del Congresso Nazionale Omar Humaidan, ha detto che nella conferenza svoltasi nella serata del 19 gennaio, si è votato su emendamento alla roadmap costituzionale.

Secondo il portavoce, «c’è un piano b». Per Humaidan (nella foto), riporta il Libya al Mostakbal il 20 gennaio, il piano previsto fino ad ora prevede la fine della missione della conferenza il 24 dicembre 2014, dopo aver completato i lavori di riforma costituzionale e di stesura della Costituzione, avendo indetto e tenuto nuove elezioni per lasciare il potere al nuovo parlamento entro quella data. Humaidan  ha spiegato che questo piano basato sul presupposto che tutte le fasi siano completate per tempo in un periodo massimo di quattro mesi, con un successivo referendum confermativo. Ha aggiunto che la conferenza ha trovato un piano “b”, basato sul presupposto che i lavori non riescano a rispettate le scadenze previste costringendo ad un proroga  per evitare un vuoto di potere, su 5 punti: conferenza il 5 maggio prossimo per completare la formazione del corpo costituente , in caso positivo scatterà il piano “a” altrimenti si passa al “b” in cui la Commissione dovrà preparare le elezioni per un’altra assemblea parlamentare. Humaidan ha aggiunto che la conferenza intende passare il potere ad un nuovo organismo entro ottobre con una Costituzione approvata. Ha poi aggiunto che la sessione del 19 gennaio, ha di fatto adottato il piano “b” in caso del primo o se questo non fosse completato nei tempi previsti.