Libia, 32 mesi per uno zero a zero

47

LIBIA – Tripoli 08/6/13. Il capitano della nazionale libica Ahmed Saad Osman starà ancora chiedendosi come mai non è riuscito a battere il portiere del DR Congo Robert Kidiaba nel rigore assegnato durante il primo tempo. La Libia ha perso così la possibilità di prendere da sola il comando del suo gruppo per le qualificazioni ai Mondiali del 2014.

Lo zero a zero li lascia a pari punti con il leader de gruppo I: il Camerun.
La Libia non è riuscito a sfruttare al meglio la partita in casa; entrambe le nazionali sperano ora che il Togo compia il miracolo il 9 giugno battendo i Leoni Indomabili del Camerun.
La nazionale libica giocava la sua prima partita internazionale in casa dopo 32 mesi. La Fifa aveva dato il nulla osta ad aprile 2013.
Forse il pesante sistema di sicurezza pre e post partita ha influito sulla presenza di un non folto pubblico presentenello stadio di Tripoli. Oltre trecento soldati dentro il perimetro interno e tecniche con i cannoncini puntati sulle strade al di fuori dello stadio.
La Libia ha iniziato bene e al 13′ ottiene un rigore mai Ahmed Saad Osman è stato bloccato dal portiere congolese, Robert Kidiaba.
Verso la fine dei primi 45 minuti, la Libia avrebbe potuto vedersi assegnato un altro rigore, ma questa volta l’arbitro de Botswana, Joshua Bondo ha chiuso un occhio.
Il secondo tempo è stato molto simile al primo.
In un ultimo disperato tentativo, la Libia fatto entrare Mohamed ELìlmonir all’82’ per Al Ghanoudi, ma nonostante si accumulasse una forte pressione di gioco, la squadra di Tripoli non riusciva a trovare una via per penetrare l’ostica difesa congolese.

Le formazioni
LIBIA: Mohamed Nashnush; Walid Eljal, Younes Shibani, Salem Ablo (Mohamed Elgadi, 74) Mohamed Al Ghanoudi (Mohamed Elmonir, 82), Ahmed Osman (capt), Mohamed Almagrabi, Ahmed Eltrbi, Abubaker El Swanei, Faisal Saley, Eamon Zayed (Abdelsalam Omar, 62)

RD CONGO: Kidiaba; Issama, Kasusula, Zola, Mulumbu, Mputu, Simbi, Mubele (Ndongo, 88), Yala (Mulemo-59), Mongungu (Mbemba, 75) Zakuani