Ansar al-Sharia Libia: meglio la Sharia dell’Occidente

95

IBIA – Tripoli. 01/09/14. Ansar al-Sharia Libia, nella rivendicazione dei “rivoluzionari di Tripoli” ha detto che è più importante la legge islamica, piuttosto che la ricerca della soddisfazione degli Stati Uniti e la comunità internazionale.

Il Comitato di Ansar al-Sharia Libia ha rilasciato una dichiarazione commentando che il “Consiglio della Shura dei rivoluzionari di Tripoli” avrebbero chiesto al Consiglio per l’orgoglio nella legge islamica, di attenersi alla legge islamica, invece che ansimante dietro l’America e la comunità internazionale.
Ansar al-Sharia, ha detto nella dichiarazione: «Dopo giorni e giorni stiamo assistendo deviazioni casuali ed errori che mettono in mostra l’ignoranza e la mancanza di conoscenza del diritto della legge islamica mostrando il volto della falsità, e questo indica che esso (il Consiglio ndr) mostra la sua alienazione della religione ad eccezione di un paio di persone». Sostanzialmente Ansar al – Sharia lamenta che la “Shura Consiglio dei rivoluzionari di Tripoli,” fa dichiarazioni a vuoto che nulla hanno a che vedere con la religione.
Il gruppo ha continuato la sua arringa contro il Consiglio ribadendo quanto già scritto nel comunicato che annunciava la rivoluzione perché chi ha sostituito Gheddafi non ha minimamente preso in considerazione il volere di tutti i gruppi politici su territorio libico.
«Il popolo libico è formato da musulmani e i governanti non possono imporre norme laiche occidentali e ingannare i cittadini libici». Nel comunicato poi si dice che Ansar al-Sharia c’è per far sì che la Libia non cada nell’egemonia occidentale. Il gruppo di miliziani libici confessa di essere stato contattato dall’ “alba della Libia” (incaricati da ISIS di compattare i gruppi sunniti in Libia).  E vi sarebbero indicazioni in cui Ansar al-Sharia preferirebbero IS alll’interferenza in Libia dell’Occidente.