Diserzione pro Al Nusra

36

LIBANO – Beirut 23/07/2014. Disertore libanese si unisce ad Al Nusra.

Il quotidiano libanese, al Akhbar, noto i per la sua posizione vicina a Hezbollah, riporta lo notizia di una particolare diserzione nei ranghi della LAF avvenuta il 23 luglio. Il caporale Mohammad Atef Sa’ad Al Din avrebbe disertato abbandonando la sua unità nei pressi di Arsal all’alba del 22 luglio per unirsi a Jabhat al Nusra. La stessa notizia con più dettagli riporta il sito LebanonDebate.com, secondo cui il caporale avrebbe disertato assieme ad altri 11 soldati, avvertendo du non poter confermare la notizia. Il Gulf News riporta che il comando della LAF non conferma la notizia, per paura che l’esempio possa essere seguito da altri soldati, indebolendo così l’unica struttura «funzionante del paese». In un primo momento, si pensava che il caporale fosse stato rapito ma poi è comparso in un video su YouTube con la una bandiera di Al Nusra, mentre approva gli obiettivi del movimento. Al Akhbar riporta fonti della sicurezza libanese secondo cui il caporale «avrebbe rubato tre fucili M16, equipaggiamento militare e occhiali per la visione notturna», informando che non è stato possibile verificare i fatti. Sa’ad Al Din ha disertato a Khirbet Daoud vicino Arsal, città a maggioranza sunnita che sostiene la rivolta contro il presidente Bashar Al Assad, ed era stato assegnato in una zona ritenuta sensibile tra Al Labweh e Arsal in cui sono avvenuti scontri e infiltrazioni. La diserzione è ritenuta pericolosa dalle autorità militari libanesi che hanno costruito la LAF a maggioranza sunnita e una diserzione, anche se estremamente rara, pone una seria sfida alla imparzialità non settaria presente all’interno dell’esercito.