Dushanbe: vitato indossare il mefisto

149

TAJIKISTAN – Dushanbe. 03706/14. La testata Asia Plus, riferisce che un gruppo di membri della Camera bassa del Parlamento del Tajikistan (Majlisi Namoyandagon) hanno elaborato emendamenti alla normativa che vuole regolamentare le manifestazioni.

Tra gli emendamenti  il divieto delle maschere durante le manifestazioni. Il vice capo del Comitato per la Difesa, Sicurezza e Ordine Pubblico, della Majlisi Namoyandagon, Sattor Kholov ritiene che sia illogico indossare una maschera durante le manifestazioni per protestare contro qualcosa. «La costituzione del paese dà ai cittadini il diritto di partecipare a manifestazioni e cortei di strada e i cittadini non hanno bisogno di indossare maschere», ha detto Kholov. Gli emendamenti proposti verranno discussi in autunno. Tra questi il giornale menziona anche quello che andrà a equiparare l’uso di Lolotov in luoghi pubblici, durante manifestazione, saranno messi sullo stesso piano le persone illegalmente con armi da fuoco. Ai sensi della nuova legislazione del paese, le forze dell’ordine hanno il diritto di usare le armi contro tale categoria di persone. Alcuni manifestanti hanno usato le cosiddette bombe molotov durante gli scontri mortali che si sono verificati in Khorog , la capitale della regione autonoma del Gorno Badakhshan ( GBAO ) il 21 maggio. Durante gli scontri sono morte tre persone. Gli infortuni mortali si sono verificati nel corso di una offensiva della polizia contro presunti criminali e i conseguenti scontri tra forze di sicurezza e residenti locali arrabbiato con l’azione della polizia.

CONDIVIDI
Articolo precedenteFesta della Repubblica
Articolo successivoRimpasto di governo