I forti legami russo-turchi

86

TURCHIA – Istanbul. Turchia e Russia hanno messo da parte le loro differenze sulla Siria ma hanno deciso di metterle da parte per proteggere i loro robusti affari e legami nel settore energetico.

In una conferenza stampa congiunta  a Istanbul, il presidente russo Vladimir Putin e il primo ministro Recep Tayyip Erdoğan hanno parlato a lungo di cooperazione economica tra i due Paesi. Hanno fatto sapere che i ministri degli esteri dei due Paesi avevano avuto colloqui separati sulla Siria e che lavoreranno insieme «più intensamente» sulla questione. Putin ha detto che sia la Russia che la Turchia condividono gli stessi obiettivi per il futuro della Siria, ma sono diversi i metodi su come raggiungerli. «Le posizioni della Federazione russa e della Turchia corrispondono completamente riguardo agli obiettivi da conseguire», ha detto Putin. Il presidente russo, uno dei pochi alleati rimasti alla Siria, ha detto di comprendere le preoccupazioni turche circa la sua sicurezza alle frontiere dopo che i bombardamenti siriani hanno colpito il territorio turco negli ultimi mesi. In un apparente riferimento allo schieramento dei Patriot Nato, Putin ha detto che è normale per un Paese adottare tutte le misure necessarie in risposta alle violazioni dei suoi confini, ma ha avvertito che il dispiegamento potrebbe aumentare i timori di allargamento del conflitto. Salutando con piacere l’intenso flusso economico tra i due, Putin ha detto che i due Paesi mirano ad aumentare il loro volume degli scambi, che era di 32 miliardi di dollari l’anno scorso, a 100 miliardi di dollari nei prossimi anni. Erdogan ha detto che i due paesi hanno voluto aumentare il volume degli scambi a 35 miliardi di dollari entro la fine del 2012.

Nonostante le differenze sulla Siria, Turchia e Russia godono di scambi commerciali solidi e di forti legami energetici. La Turchia è un grande consumatore di gas naturale russo, mentre la Russia è un mercato importante per le imprese di costruzione turche. La Russia sta anche costruendo il primo impianto nucleare della Turchia in un progetto da 20 miliardi di dollari e la Turchia è una destinazione di viaggio per i russi, con oltre 3,5 milioni di turisti russi in visita lo scorso anno.

CONDIVIDI
Articolo precedentePreparazione Ecofin
Articolo successivoPerché Terzapagina?