Kuwait: Poc per l’Aiea

77

KUWAIT – Kuwait city. 19/09/13. Il Kuwait ha confermato il suo interesse nella tutela e sicurezza dalle sorgenti radioattive e materiali nucleari, sottolineando la necessità di sviluppare sistemi e di implementazione delle istruzioni che possano controllare questi materiali.

A riferirlo, l’Ambasciatore del Kuwait in Austria e Rappresentante Permanente presso le Organizzazioni Internazionali a Vienna, Sadiq Mohammed, intervenendo sui lavori della 57a sessione della conferenza annuale della Agenzia internazionale dell’energia atomica (AIEA). Il Kuwait ha firmato il Trattato di Protezione dalle materie nucleari e sta attualmente lavorando con le autorità competenti per completare le procedure di ratifica.
L’Ambasciatore ha spiegato che il Kuwait ha adottato un programma di cooperazione tecnica con l’AIEA, al fine di sviluppare la capacità nazionale e sostenere quella dei paesi in via di sviluppo e garantire così il trasferimento di tecnologia nucleare con scopi pacifici al fine di raggiungere gli obiettivi di sviluppo per questi paesi.
Vi è in programma una consultazione e una serie di incontri tra esperti dei paesi del GCC e gli esperti dell’AIEA per l’attuazione di un programma comune tra le due parti per gli usi pacifici dell’energia nucleare.

L’impegno è quello di raddoppiare con l’Agenzia internazionale dell’energia atomica (AIEA) gli sforzi per verificare controllare che tutti i siti atomici sparsi per il mondo siano utilizzati per scopi pacifici.
Il Kuwait è interessato a essere un punto di riferimento per l’AIEA in Medio Oriente e per tutte le attività Nucleare data l’agenzia competente in grado di fornire garanzie l’impegno dei paesi nelle convenzioni regione.

Inoltre il Kuwait ha espresso il rammarico per il rifiuto di Israele di firmare la non proliferazione nucleare, nonostante l’impegno di tutti i paesi del Medio Oriente a firmare il Trattato e la conseguente applicazione delle misure di salvaguardia.

L’intransigenza Israele, si ripercuote negativamente sulla sicurezza e la stabilità della regione e quindi la sicurezza e la stabilità internazionale.
Per quanto riguarda il punto sull’attuazione dell’accordo di salvaguardia tra l’AIEA e l’Iran l’Ambasciatore sei è detto gnostico, che, mentre le sollecitazioni Kuwait diritto di tutti gli Stati della produzione, lo sviluppo e l’uso dell’energia nucleare per scopi pacifici, si chiede all’Iran di aumentare la sua cooperazione con l’AIEA e di rispondere alle richieste di informazioni a dissipare i timori circa la natura del suo programma nucleare.
Il Kuwait ha invitato tutte le parti interessate a esercitare sforzi più diplomatici per il ritorno di dialogo, negoziazione e raggiungere l’obiettivo desiderato che porterà a una maggiore sicurezza e alla stabilità nella regione e nel mondo in generale.
Il Kuwait ha espresso soddisfazione per le misure da adottare per l’Iran a cooperare con l’AIEA per rassicurare i suoi vicini GCC sulla sicurezza del reattore di Bushehr, il Kuwait accoglie favorevolmente le misure annunciate da Teheran di aderire alla Convenzione sulla sicurezza nucleare.