KRG vende petrolio legalmente

54

IRAQ – Erbil 20/06/2014. Il governo curdo nel nord dell’Iraq ha detto che sta offrendo il petrolio ai propri clienti nell’ambito di contratti che sono commercialmente validi.

Due navi cariche di petrolio provenienti dal nord dell’Iraq hanno lasciato il porto turco di Ceyhan nelle ultime settimane. L’esportazione di petrolio è fonte di contrasto tra il governo di Baghdad, che definisce l’azione unilaterale curda illegale e il governo del Kurdistan, che afferma invece la piena legalità delle operazioni. Il Krg ha emesso un comunicato in cui afferma di star vendendo il proprio petrolio attraverso un sistema di oleodotti a Ceyhan: «Il Krg è in grado di fornire petrolio ai propri clienti nell’ambito di contratti commercialmente validi, e tutti i pagamenti sono stati fatti per il Krg in Turchia» ha detto il ministero curdo delle Risorse Naturali «I volumi delle esportazioni dovrebbero raddoppiare entro le prossime settimane». Inoltre, il Krg ha accusato la struttura statale irachena di vendita del petrolio di avere un «monopolio illegale sulle vendite di petrolio dell’Iraq».