KIRIBATI. La polizia cinese opera nell’atollo

46

La polizia cinese sta lavorando nell’atollo di Kiribati, vicino alle Hawaii nell’Oceano Pacifico, con agenti in uniforme impe gnati nell’attività dipolizia di prossimità e in un programma di database sulla criminalità. 

Stando a Reuters, Kiribati non ha annunciato pubblicamente l’accordo di polizia con la Cina, che arriva mentre Pechino rinnova la spinta per espandere i legami di sicurezza nelle isole del Pacifico in una crescente rivalità con gli Stati Uniti.

Kiribati, una nazione di 115.000 abitanti, è considerata strategica pur essendo piccola, poiché è relativamente vicina alle Hawaii e controlla una delle zone economiche esclusive più grandi del mondo, coprendo più di 3,5 milioni di chilometri quadrati del Pacifico. 

Ospita una stazione di localizzazione satellitare giapponese.

Il commissario di polizia ad interim di Kiribati, Eeri Aritiera, ha detto a Reuters che la polizia cinese sull’isola collabora con la polizia locale, ma non esiste una stazione di polizia cinese a Kiribati.

«La squadra della delegazione della polizia cinese lavora con il servizio di polizia di Kiribati – per assistere nel programma di polizia comunitaria e nel Tai Chi, e il dipartimento IT assiste il nostro programma di database sulla criminalità», ha detto Aritiera.

L’ambasciata cinese a Kiribati in un post sui social media di gennaio ha citato il capo della “stazione di polizia cinese a Kiribati”.

Aritiera, che ha partecipato a un incontro di dicembre tra il ministro della pubblica sicurezza cinese Wang Xiaohong e diversi funzionari di polizia delle isole del Pacifico a Pechino, ha affermato che Kiribati ha richiesto l’assistenza di polizia della Cina nel 2022.

L’anno scorso sono arrivati fino a una dozzina di poliziotti cinesi in uniforme con una rotazione di sei mesi.

«Forniscono solo il servizio di cui il servizio di polizia di Kiribati ha bisogno o richiede», ha detto Aritiera.

Gli sforzi della Cina per concludere un accordo commerciale e di sicurezza nella regione, dove è un importante prestatore di infrastrutture, sono stati respinti dal Forum delle Isole del Pacifico nel 2022.

Tuttavia, la polizia cinese è dispiegata nelle Isole Salomone dal 2022, dopo che le due nazioni hanno firmato un patto di sicurezza segreto.

Aritiera ha affermato che la polizia cinese non è coinvolta nella sicurezza dei cittadini cinesi sull’isola.

L’ambasciatore cinese in Australia ha affermato il mese scorso che la Cina ha una strategia per formare legami di polizia con i paesi delle isole del Pacifico per aiutare a mantenere l’ordine sociale e questo non dovrebbe causare ansia all’Australia.

Kiribati ha spostato i rapporti da Taiwan a Pechino nel 2019, con il presidente Taneti Maamau che ha incoraggiato gli investimenti cinesi nelle infrastrutture. Quest’anno si terranno le elezioni nazionali.

La Cina ha costruito una grande ambasciata sull’isola principale e inviato team agricoli e medici. Ha inoltre annunciato l’intenzione di ricostruire una pista di atterraggio militare statunitense della Seconda Guerra Mondiale sull’isola Kanton di Kiribati, suscitando preoccupazione a Washington. La pista di atterraggio non è stata costruita.

Nel suo punto più vicino, l’isola Kiritimati di Kiribati si trova a 2.160 km a sud di Honolulu.

Gli Stati Uniti hanno risposto promettendo in ottobre di ammodernare il molo sull’isola di Kanton, ex base militare americana, e hanno affermato di voler aprire un’ambasciata a Kiribati.

Luigi Medici

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/