Kirghizistan vuole affittare terra kazaza

62

Kirghizistan – Biškek. 01/08/13. La scorsa settimana, Kirghizistan e Kazakistan, hanno avuto una serie di incontri. Biškek ha chiesto ad Astana di poter avere in affitto della terra e l’acqua.

La regione in questione è lo Zhambylinvece l’acqua in questione è quella dal canale “Bystrotok”. A darne notizia Azattyk Kirghizistan. L’accordo intergovernativo oltre a parlare di affitto di terreno vuole rivedere in parte confermare gli accordi del 2001. Il rappresentante speciale del governo del Kirghizistan, Kurbanbay Iskandarov, ha messo sul piatto anche la demarcazione dei confini. Alla fine dei 5 giorni, ha riferito il rappresentante speciale del Kirhizistan, abbiamo firmato un protocollo. Ora la parola passa ai capi di stato dei rispettivi Paesi. I rappresentanti della parte kazaka hanno risposto che questi problemi non sono di loro competenza, a rispondere alle richieste sarà il Consiglio di Stato. Il Kazakistan, secondo Kurbanbaya Iskandarova ha promesso di dare una risposta a queste proposte durante il prossimo summit che si terrà il 20 agosto. Fino a quel momento, i gruppi di lavoro dei due paesi visiteranno i luoghi in cui vi è una controversia. Secondo il rappresentante del Kirghizistan nel 2001 ad Astana, Kazakistan e Kirghizistan hanno firmato un accordo sui confini e le due parti hanno convenuto uno scambio di terra. In base all’accordo, la terra Ulken Shyna (Kirghizistan chiamato “Chung Shynaa” versione russa – “Big Wedge”)  nella regione Zhambyl.  Nel 2012 il Kazakistan ha firmato un accordo intergovernativo che consente ai pastori kirghisi di sfruttare sentieri in territorio kazako, sentieri lungo il Grand cuneo; Jong-Shynaa,e l’uso per i residenti del canale d’acqua.