L’Argentina pagherà i debiti

47

ARGENTINA – Buenos Aires- Il presidente Cristina Fernández de Kirchner ha assicurato che l’Argentina pagherà in dollari i titoli di debito, mentre critica la magistratura di New York che si è pronunciata contro l’Argentina e la legislazione “TIC”, in un discorso presso il Palazzo del Governo.

Secondo il Capo dello Stato la sentenza contro l’Argentina emessa dalla Corte d’Appello di New York «mette a rischio il 93 per cento dei creditori».

Venerdì scorso, come riportato anche da un articolo di Antonio Albanese del 28 ottobre su www.agccommunication.eu, una corte federale di New York Appello ha stabilito chel’Argentina violato le disposizioni per il trattamento di tutti i creditori. E ancora ha stabilito che i pagamenti ai creditori che hanno accettato gli swap non sono validi. Ha detto che l’Argentina deve pagare le “holdouts” ogni volta che i servizi della obbligazioni vengono ristrutturate.II Presidente ha dichiarato che l’intenzione è«quella di onorare i debiti TIC».

La Kirchner ha detto che l’Argentina contrariamente a quanto sperano gli sciacalli della borsa può pagare il debito in dollari. L’Argentina ha ristrutturato il 93 per cento del debito di circa 100 miliardi di dollari di debito accumulato in 10 anni. I creditori che hanno rifiutato i dati di controllo swap continuano a premere e a denunciare presso diversi tribunali in tutto il mondo per avere un pagamento completo delle obbligazioni.