Pechino e le ferrovie keniote

68

KENYA – Nairobi 27/7/13. Le imprese occidentali potrebbero essere buttate fuori dall’Africa orientale per il progetto ferroviario che partirà dal Kenya, dopo l’apertura di colloqui con  la Cina.

La Cina vuole spingere le sue imprese nella gestione della linea ferroviaria a scartamento normale ad alta velocità che collegherà Kenya, Uganda e Ruanda. «Il governo del Kenya ha iniziato una serie di negoziati per il finanziamento bilaterale con il governo della Cina», si legge nella relazione da parte del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture keniota. Il Tesoro di Nairobi ha la possibilità di ottenere fondi da una serie di istituti di credito cinesi per l’esportazione, la China Export Import (Exim) Bank, la China Development Bank, Sinosure o la China Agricultural Development Bank. Uganda e Ruanda hanno indicato l’intenzione di entrare ugualmente in trattative con la Cina visto che ogni paese cerca di raccogliere fondi per il progetto. Il modus operandi della Cina è quello di chiedere che il contratto sia dato a una società cinese dopo l’anticipazione dei fondi per un progetto. I prestiti, in qualche modo, legano le imprese cinesi a dei progetti senza gara, lasciando a poche aziende keniane qualificate la lotta per i subappalti. Le imprese cinesi con presenza in Kenya sono China Roads & Bridges Corporation, Wu Yi, Anhui Construction Engineering Group e State China National Aero-Technology International Engineering Corporation (Catic). La coreana Hyundai, Samsung e la Posco, le imprese sudafricane Aveng Grinaker e Basil Read si sono dette interessate nel settore ferroviario del Kenya. Gli imprenditori locali hanno protestato in passato per il dominio dei rivali cinesi accusando il governo di stabilire condizioni di capitale e tecniche per le gare ben al di sopra la portata delle imprese locali. La Cina, tuttavia, si è difesa dicendo che il coinvolgimento delle imprese cinesi nei progetti di costruzione del Kenya era sovra stimata. L’anno scorso la Kenya Railways Corporation ha detto di aver siglato un accordo con la China Roads & Bridges Corporation per la costruzione di una ferrovia a scartamento normale. La ferrovia dovrà essere completata nel 2018 e sarà parte di un sistema che collegherà Nairobi, Kampala e Kigali.