Immigrazione tagika ad Almaty

62

KAZAKHSTAN – Almaty 20/02/2014. Ci sono circa 80mila migranti tagiki che vivono in Kazakhstan, molti lavorano nei mercati alimentari o come lavoratori edili.

Il Kazakistan è la seconda più grande destinazione del lavoro migrante per i paesi dell’Asia centrale dopo la Russia. Con la sua economia in via di sviluppo, il settore delle costruzioni in forte espansione e la relativa stabilità politica, il Kazakhstan è considerato da molti centro-asiatici come destinazione dei flussi migratori stagionali. La vicinanza del Kazakhstan, così come la sua somiglianza in termini di cultura, religione, lingua e tradizioni sono un ulteriore incentivo per l’emigrazione stagionale. Sembra improbabile che la svalutazione improvvisa del tenge possa provocare un calo immediato dell’immigrazione in Kazakhstan, anche se l’incertezza si sta facendo largo. La svalutazione improvvisa ha fatto schizzare i prezzi di tutti i beni e servizi alle stelle, e ha diffuso il panico tra i cittadini e gli immigrati.