Astana mira alla top 10 dei produttori di petrolio

59

KAZAKHSTAN – Astana. 18/09/13. Il Kazakistan potrebbe entrare nella top 10 dei più grandi paesi produttori di petrolio, a riferirlo il Ministro per il Gas Uzakbay Karabalin in una conferenza stampa del Servizio di Comunicazione centrale il di oggi.

«Il Kazakistan si aspetta un’ulteriore crescita della produzione di idrocarburi nel prossimo futuro. A questo proposito, il Kazakistan è uno dei pochi paesi in cui picco di produzione deve ancora venire. Secondo le nostre previsioni, il livello della produzione di petrolio in Kazakistan può superare 110 milioni di euro di tonnellate entro il 2030, questo ci fa ben sperare di entrare nella rosa dei 10 paesi più importanti nella produzione del petrolio, in futuro», ha detto il ministro.
Secondo lui, i progetti di base su questo tema sono i giacimenti giganti: Tengiz, Karachaganak e Kashagan.
«Sono progetti molto difficili in termini di tecnologia, quindi, il lavoro su di essi deve essere rigorosa», ha detto Karabalin. .
Secondo il ministro, la crescita del volume della produzione nella Repubblica aprirà la strada per la formazione delle infrastrutture necessarie.
«Tali progetti, sono su larga scala come l’espansione del Caspian Pipeline Consortium, in cui per la costruzione dell’oleodotto sono coinvolti il Kazakistan e la Cina, e ancora la pipeline Beineu-Bozoi-Shymkent e altri progetti simili permetteranno al nostro stato di guardare avanti con fiducia in materia di trasporto di idrocarburi e di indirizzare i mercati più promettenti» ha chiosato il Ministro.