Astana all’ILO

46

SVIZZERA – Ginevra. 13/06/14. La delegazione del Ministero del Lavoro e della Protezione Sociale ha partecipato alla sessione 103 ° della Conferenza dei forum senior management Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), tenutasi a Ginevra. Fonte Kazinform.

Alla sessione hanno partecipato circa quattromila delegati provenienti da 185 paesi membri dell’OIL, tra cui una delegazione ufficiale del Kazakistan, composto da rappresentanti del governo del Kazakistan, organizzazioni datoriali e sindacali del Kazakistan. Il ministro del Lavoro e della Protezione Sociale della Popolazione, Tamara Duisenova, intervenendo al convegno, ha osservato la rilevanza e l’importanza delle questioni da garantire un’equa politiche migratorie, rafforzare le misure contro il lavoro forzato e la creazione di posti di lavoro di qualità, e anche informato i delegati sul modello kazako di regolamentazione statale del lavoro e dell’occupazione. «Siamo soddisfatti del livello della nostra cooperazione con l’Organizzazione internazionale del lavoro e il Trade Union International Conference, speriamo di espandere ulteriormente questa collaborazione, il cui compito principale è quello di garantire che gli interessi di tutti i partecipanti nei rapporti di lavoro in Kazakistan» ha detto.

Durante la visita, T. Duisenova ha tenuto diversi incontri con il Direttore Generale dell’ILO, G. Ryder, il nuovo direttore regionale dell’Europa dell’OIL e l’Asia centrale, H. Koller, segretario generale dell’International Trade Union Conference S. Barrow, e ancora i ministri del lavoro di altri paesi partecipanti. Sono state discusse questioni di cooperazione nella modernizzazione del sistema pensionistico, l’attuazione della politica di piena occupazione, creare posti di lavoro e garantire la ratifica delle convenzioni dell’OIL, mettere in cantiere la legge sui sindacati. Le parti hanno espresso soddisfazione per il livello di cooperazione e hanno deciso di sviluppare un nuovo programma di cooperazione “lavoro dignitoso” nel triennio 2015 – 2017, tra il Ministero del Lavoro e della Protezione Sociale, le associazioni nazionali dei datori di lavoro e dei lavoratori, l’Ufficio internazionale del lavoro, nonché lo scambio di informazioni per l’ulteriore sviluppo del sindacato movimento, compresa la consulenza tecnica e le attività per spiegare il disegno di legge.