Spiagge kazake sul Golfo

66

KAZAKHSTAN – Astana. 07/08/14. Il presidente del Kazakistan Nursultan Nazarbayev, parlando ieri durante la riunione del governo di Astana ha incaricato di prendere in considerazione la costruzione di magazzini, sulla costa del Golfo Persico e nel Pacifico. Fonte Trend.

«La possibilità di costruire depositi in zone franche potrà essere di aiuto per l’aumento di flussi commerciali da e per l’Iran e quindi geograficamente l’area del Golfo e la costa del Pacifico diventano appetibili, alla luce anche dei buoni rapporti con la Cina che gestisce il porto di Lianyungang» – ha detto.
L’apertura del porto in questione prevedeva entro il 2014 la prevista l’apertura di un terminal kazako-cinese, l’obiettivo è quello di dare vita ad una serie di misure per attirare e di riorientare clienti sul porto di Lianyungang in cui si effettueranno esportazione e il transito delle merci dal sud-est asiatico e ritorno. Entro il 2015 è previsto l’aumento per l’esportazione e il transito del trasporto container. La ferrovia del Kazakhstan-Turkmenistan-Iran è parte del corridoio di trasporto internazionale “Nord-Sud”. Si prevede che la ferrovia che transiterà nella parte kazaka avrà ulteriori coroidi e snodi per implementare la parte commerciale, percorsi aggiuntivi che collegano il Kazakistan, le regioni centrali della Russia e Turkmenistan, Iran, Paesi del Golfo, Sud e Sud-Est asiatico. In questo modo verrà aumenterò il traffico passeggeri merci in transito, si avrà una riduzione dei costi di trasporto, con conseguente crescita economica delle regioni, in cui il treno transiterà.