Kaesong, un segretariato per l’industria

71

COREA DEL SUD – Seoul. 30/09/13. La Corea del Sud e la Repubblica democratica popolare di Corea (RPDC ) hanno aperto, oggi, un segretariato della commissione permanente per risolvere la questione di Kaesong, in modo da evitare una nuova sospensione del lavoro nel distretto industriale interregionale, a darne notizia l’agenzia di stampa Yonhap che ha citato come fonte il Ministero dell’unificazione.

 

La segreteria fornirà il supporto amministrativo al comitato congiunto e quattro sottocomitati, hanno detto, aggiungendo che otto funzionari della Corea del Sud e cinque dalla Corea del Nord saranno assegnati alla segreteria almeno nella sua fase iniziale.

Le due parti hanno deciso di costituire la segreteria a metà agosto come parte integrante degli accordi considerati come una pietra miliare per la riapertura del complesso di Kaesong .

Seoul e Pyongyang hanno inoltre convenuto di tenere il primo evento relazione investitore (IR) a Kaesong il 31 ottobre per incoraggiare le imprese straniere ad investire nel distretto industriale riaperto da poco dopo aver collassato per le tensioni che si erano venute a creare tra Nord e Sud Corea.

Il distretto, ricordiamo, è stato creato congiuntamente in una città di confine della Corea del Nord di Kaesong ed è stato riaperto il 16 settembre, dopo una sospensione di cinque mesi.

Circa 90 aziende sudcoreane sede a Kaesong hanno condotto i test di collaudo il giorno precedent , e 32.000 lavoratori RPDC sono rientrati al lavoro.

La zona industriale di Kaesong, ospita 123 aziende della Corea del Sud ha fermato la produzione i primi di aprile, quando la Corea del Nord ha impedito ai suoi 53.000 lavoratori di recarsi al lavoro a Kaesong in segno di protesta contro le esercitazioni militari annuali congiunte tra Washington e Seul .