Campi estivi per bambini a Gaza

39

STRISCIA DI GAZA – Rafah – 24/6/13. “Generazione della Fede” è un campo estivo, che ha coinvolto i bambini dai 12 ai 17 anni, organizzato dalla Jihad islamica e supervisionato dalla sua “ala militare” Brigate Al-Quds.

Per tutta la durata del campo, riporta Al Monitor, i partecipanti sono stati addestrati a utilizzare mitragliatori Ak 47, assaltare posizioni militari, rapire soldati, mettere mine, prestare i primi soccorsi, e mantenere la propria forma fisica. Ogni anno, durante le vacanze estive, una serie di organizzazioni palestinesi e internazionali organizzano campi estivi per bambini e puntualmente si apre il dibattito sull’opportunità di mobilitare politicamente bambini e giovani, dandogli una formazione militare in campi che competono con quelli organizzati da strutture internazionali, come l’Unrwa. La Jihad islamica organizza due tipi di campi per bambini e giovani nella Striscia di Gaza. Il primo è di carattere puramente militare, vi prendono parte 100 bambini dalla città di Rafah, e si chiama “Generazione della Fede” appunto, il secondo si chiama “Generazione della Vittoria” e non comporta alcun addestramento militare, ma si concentra su attività paragonabili a quelle degli scout e sul divertimento. Anche Hamas organizza campi estivi mensili che hanno inizio il 9 giugno e dureranno fino al 9 luglio. Quasi 100mila studenti li frequentano, 63mila dei quali maschi di età tra i 10 e i 22, ma Hamas sembra più prudente rispetto alla Jihad islamica nel somministrare addestramento militare ai bambini al di sotto dei 16 anni. Sono tre i tipi di campi estivi che si svolgono per tre diverse fasce di età: 10-15, 16-18 e studenti universitari di età superiore ai 18 anni. La crisi finanziaria ha avuto il suo effetto sui loro piani di espandere le attività dei campi estivi. Al-Monitor rivela, da fonti anonime, che il bilancio della Jihad islamica per il campo di quest’anno non ha superato 20mila dollari, rispetto ai 150mila dollari spesi nel 2012.