IVA per cassa in Portogallo

147

PORTOGALLO – Lisbona. 11/5/13. Iva per cassa in Portogallo, varata la legge. A partire dal primo di ottobre le imprese con un fatturato inferiore a 500.00 euro potranno pagare solo l’iva incassata e non quella fatturata.

A darne notizia il Segretario di Stato per gli affari fiscali, Paolo Nunzio. Il provvedimento è stato varato dal gabinetto giovedì scorso e dovrebbe andare in soccorso dell’85% delle imprese portoghesi. Parlando al termine della riunione di gabinetto, Nunzio ha sostenuto che questa misura è parte di uno sforzo per promuovere la crescita industriale e sarebbe «molto importante per l’economia reale». La Riforma comprende tutti i settori di attività, «senza eccezioni», ha detto il Nunzio. A promuovere il provvedimento soprattutto il PSD, che ha fatto sapere in una nota per la stampa che la contabilità IVA di cassa sarebbe un “ottimo stimolo” per l’economia e darebbe un aiuto reale alle piccole e medie imprese più competitive. è una buona misura, un ottimo stimolo per la nostra economia ha fatto eco, «Paulo Batista Santos dell’MP in parlamento ai giornalisti». Il gabinetto ha approvato il sistema di contabilità di cassa IVAgiovedcì, che “interesserà 85% delle imprese”, a partire dal primo ottobre. Se le aziende optano per questo nuovo sistema, queste dovranno comunicare i propri conti bancari all’ufficio delle imposte in modo che il fisco possa conteggiare  quando le fatture sono pagate, il meccanismo rimarrà operativo per due anni.  António Saraiva, presidente della Confederazione portoghese Affari (CIP) ha detto che la mossa è stata «una vittoria per la società in generale».