Campo della Solidarietà

29

ITALIA -Roma 30708/2013. Parte il pimo “Campo della Solidarietà” organizzato dall’Associazione Italia-Azerbaigian.

La manifestazione avrà inizio il 31 Agosto e terminerà il 10 Settembre 2013. Il progetto ha l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica italiana in merito al conflitto in Nagorno Karabakh,  una delle guerre dimenticate, e di gettare un ponte tra le culture e le società italiana ed azera. Congelato dal 1994, il conflitto in Nagorno Karabakh vede contrapposte due repubbliche ex sovietiche,Azerbaijan e Armenia e rappresenta una delle ferite aperte della convivenza internazionale. Una delle più drammatiche conseguenze del conflitto è il massiccio esodo di sfollati dalla regione. Da più di un ventennio ormai, oltre un milione tra rifugiati e profughi interni risiedono infatti in campi allestiti dalle autorità azere, in attesa e nella speranza che un negoziato di pace possa finalmente restituire al Paese le terre e garantire il diritto di rientro agli sfollati. Il progetto ruota attorno all’organizzazione di un campo estivo per bambini azeri di età compresa tra i 12 e i 15 anni provenienti dai campi profughi e prevede il coinvolgimento dei partecipanti in una serie di attività di natura ludico-ricreativa, con un chiaro intento educativo e formativo tanto per i piccoli ospiti, quanto per gli interlocutori e i partner italiani coinvolti dal progetto. I bambini saranno ospiti presso la struttura “Selva dei Pini” del Consorzio dell’Università di Pomezia. Sono inoltre previste visite guidate a Roma e nei comuni gemellati con comuni azeri, come Napoli, Valmontone e Cerveteri, una visita alla Repubblica di San Marino ed incontri con rappresentanti del mondo sportivo, culturale e studentesco giovanile.