#ISRAELHAMASWAR. Ultraortodossi alla armi da Agosto. Brutta aria tra Houti e Arabia Saudita. Nasrallah minaccia il confine israeliano. IDF chiede di evacuare i civili da Gaza: si prepara a nuove incursioni

42

Il Ministro della Difesa israeliano Yoav Gallant ha riferito alla stampa: “Abbiamo ucciso o ferito il 60% dei terroristi di Hamas” e afferma che inizierà a arruolare gli ultraortodossi a partire dal mese prossimo.

Benny Gantz ha lamentato: “A marzo ci siamo dovuti spostare sul fronte settentrionale per combattere Hezbollah, come avevamo richiesto, e stiamo pagando un prezzo alto a causa dell’esitazione di Netanyahu”. Eppure secondo il Generale di brigata Khalil Al-Helu: “Le capacità di Hezbollah oggi sono molto inferiori rispetto al 7 ottobre!!!. Segno che dei risultati sono stati ottenuti”. Secondo Gantz: “È giunto il momento di identificare gli obiettivi militari e infrastrutturali in Libano, di cui Hezbollah fa parte, ed è necessario chiedere che lo Stato libanese si assuma la responsabilità”.

Secondo i media israeliani: “Una fonte di sicurezza avrebbe riferito che 3 divisioni si preparano a invadere il sud del Libano”. Secondo l’estrema destra israeliana, “la resa di Hamas a Gaza, l’innalzamento della bandiera bianca e la consegna dei prigionieri sono la soluzione al cessate il fuoco. I rapporti militari con Hezbollah sono una questione di tempo e il governo libanese ne ha la piena responsabilità”. 

L’IDF il 9 luglio ha ucciso l’ex segretario generale di Hezbollah Hajj Abu Al-Fadl Qarnabash, dopo che un attacco aereo aveva preso di mira la sua auto sulla strada Damasco-Beirut vicino al punto di controllo Yafour-Al-Saboura. Questo secondo i media libanesi è un chiaro messaggio di escalation e di attacco, rivolto personalmente a Hassan Nasrallah. Hajj Abu Al-Fadl Qarnabash nato nel 1970 a Zawtar orientale, era un’ex guardia del corpo di Hassan Nasrallah. Era anche il comandante dell’area di Maryaiyoun prima del 2000 e ha preso parte alla difesa contro Israele ad Al-Ghandourieh nel 2006.

Non solo l’IDF ha distribuito volantini nel nord della Striscia di Gaza invitando tutti i residenti della città di Gaza a evacuare a sud, in un’area umanitaria. Si tratta di un annuncio insolito perché questa volta l’IDF non sta evacuando un’area specifica in modo mirato, ma l’intera città di Gaza, dove si stima che rimangano duecentomila palestinesi. Affermano anche che “non verranno perquisiti” quando lasciano il percorso designato, che è solo una linea su una mappa.

Aerei da guerra israeliani hanno superato la barriera del suono sopra Beirut in concomitanza con l’atteso discorso del segretario generale di Hezbollah.

Hassan Nasrallah, segretario generale di Hezbollah nel discorso in onore dei caduti di Hezbollah per mani israeliana ha detto: “Dove sono gli arabi e i musulmani rispetto a ciò che sta accadendo a Gaza?”. “I fronti di sostegno in Libano, Yemen e Iraq, e il sostegno politico e logistico da Siria e Iran hanno dipinto un’immagine positiva, tuttavia, le altre nazioni ne hanno dipinto una vergognosa.” “Dove sono oggi gli oltre 2 miliardi di musulmani e centinaia di milioni di arabi, quando 2 milioni di palestinesi a Gaza sono minacciati di fame, malattie, bombardamenti? A tutti noi verrà chiesto nel giorno del giudizio, musulmani o no, cosa abbiamo fatto di fronte a queste atrocità.” Ha detto il segretario generale di Hezbollah.

Nel suo discorso in onore del Comandante Hajj Abu Ni’meh ucciso in Siria ha detto: “L’esercito” israeliano non è in grado di evacuare il nord per paura di infiltrazioni da parte di gruppi di resistenza, soprattutto per la perdita del suo equipaggiamento spia; soffre di carenza di personale ed è costretto a cercare di costringere gli “Haredim” ad arruolarsi; Lì è costretto a estendere la coscrizione obbligatoria, e ciò ha un forte impatto economico e sociale sulla società israeliana”. 

Secondo Nasrallah: “Gli obiettivi di stremare il nemico nell’economia, nel personale e nella realtà sociale sono stati raggiunti, e questo lo costringerà a fermare la guerra. Le nostre operazioni occupano l’esercito israeliano nel nord e praticamente 1.000 ufficiali e soldati israeliani sono costretti a rimanere lì. Il logoramento a Gaza e nel nord della Palestina porta a una crisi sociale per Israele, che richiede più soldati. Il nemico sta vivendo i giorni peggiori della sua storia e alcune indagini riguardanti il ​​7 ottobre hanno rivelato i suoi punti deboli Il 7 ottobre l’“esercito” israeliano ha ucciso la maggior parte, se non tutti, i civili israeliani”. 

Tensioni in Yemen con la preoccupazione dell’apertura di un terzo fronte. A Shabwah sono scoppiati degli scontri che hanno provocato la morte di almeno 20 persone. Sembra che il tutto sia nato in seno alle tribù tra quelle pro e contro gli Emiratini presenti sul territorio. Una nuova escalation saudita contro Sanaa.

L’Arabia Saudita ha lanciato una nuova escalation contro il settore commerciale nelle aree controllate dal governo di Sana’a. L’Arabia Saudita ha incaricato il governatore della Banca Centrale di Aden di annullare le licenze di sei banche che in precedenza avevano smesso di trattare con loro perché si erano rifiutate di spostare i loro centri da Sanaa ad Aden.

Il passo rappresenta una nuova escalation che troverà una risposta, soprattutto da quando il leader del movimento Ansar Allah, Abdul-Malik al-Houthi, ha avvertito l’Arabia Saudita che qualsiasi attacco all’economia e al sostentamento dei cittadini sarà accolto con una simile violenza. passo, stabilendo una nuova equazione: “banche per banche, aeroporto di Riyadh per aeroporto di Sana’a e porti per porto”.

Il leader di Ansar Allah, Abdul-Malik al-Houthi, ha dichiarato in più di un discorso che gli attacchi americani non hanno influenzato le capacità yemenite. Un nuovo avvertimento da Sanaa per la portaerei “Roosevelt”. Le autorità di Sanaa hanno avvertito l’equipaggio della portaerei americana “Roosevelt” e li hanno invitati a rivedere la loro leadership sul fatto che la loro sicurezza è più importante della protezione delle navi dirette in Israele.

Il membro del Consiglio politico supremo, Muhammad Ali Al-Houthi, ha dichiarato in un post su X: “Agli ufficiali e ai soldati della portaerei americana Roosevelt, ricordate alla vostra leadership che avete firmato con loro contratti di lavoro, non condanne a morte”.

Si registrano due morti e 7 feriti a seguito del lancio di un missile da parte di un drone dei mercenari dell’aggressione contro le case dei cittadini nel distretto di Habour, nella zona di Al Shaqab, nel distretto di Sabr_Al-Mawadem in Governatorato di Taiz.

Ed ora uno sguardo alla guerra di logoramento tra Israele – Hamas e Hezbollah

Circa 20 missili sono stati monitorati dal Libano verso l’Alta Galilea nella giornata del 10 di luglio. In risposta attacco aereo israeliano nella valle di Hujair. Attacco aereo israeliano anche a Bar’acheet e a Kfarkila con 3 attacchi aerei e ad Hadatha con un attacco aereo. Ci sarebbero delle vittime. 

Diversi attacchi di droni israeliani hanno preso di mira le colline di Nabi Cheet in direzione di Janta, a Beqaa. Nella notte, l’esercito ebraico ha attaccato quelle che secondo loro erano due strutture appartenenti all’unità di difesa aerea di Hezbollah. Sempre nella giornata del 10 luglio registrati pesanti bombardamenti israeliani a Rashaya Al-Fakhar, nel sud del Libano. Infine si registra attacco aereo israeliano nel centro della città di Tayr Harfa. Un vasto incendio è scoppiato nella città di Taybeh, nel sud del Libano, dopo un bombardamento da parte di aerei israeliani.

In risposta all’uccisone Hajj Abu Al-Fadl Qarnabash in Siria, Hezbollah ha monitorato gli israeliani nel Golan, utilizzando anche il drone Hudhud, poi ha preso di mira la base di Nafah e un razzo ha colpito un’auto. Un razzo non guidato. Un uomo e una donna sono rimasti gravemente feriti. Hezbollah riferisce di aver colpito ha colpito l’auto di due alti ufficiali della 210a divisione israeliana Golan. Uno degli ufficiali israeliani ha detto che la situazione è così terribile che sembra che gli Hezbollah libanesi dominino i nostri cieli. Hezbullah ha rilasciato anche un comunicato in cui annuncia di aver attaccato con razzi una base israeliana sulle alture di Golan, in risposta all’assassinio sulla strada Beirut-Damasco.

Il Presidente del Consiglio Regionale del Golan: “Dobbiamo rivolgerci al governo e all’esercito e chiedere loro: come permettere che il Golan entri nel raggio d’azione di Hezbollah non appena ha luogo un’operazione di omicidio o quando l’esercito israeliano lancia attacchi nella valle libanese della Bekaa?” La Resistenza Islamica ha rivendicato bombardato alle postazioni di artiglieria israeliane a Zaoura nel Golan con dozzine di razzi Katyusha. 

In un comunicato della Resistenza Islamica in Iraq rivendica l’attacco del 9 di luglio sul porto di Ashdod con un drone.

Le Qassam hanno rivendicato scontri nel quartiere Tal Al-Hawa a Gaza City. I miliziani hanno ucciso un cecchino israeliano nella zona industriale del quartiere Tal al-Hawa. Israele avrebbe chiesto ai cittadini di evacuare l’intera città di Gaza. Mentre fonti locali parlano di nuova invasione con carri armati e aerei militari nella zona. La stampa palestinese parla di esecuzioni sul campo effettuate dall’esercito israeliano nel quartiere di Al-Rimal a Gaza. 

Bombardamenti dell’artiglieria israeliana colpiscono il nord del campo di Nuseirat, nel centro della Striscia di Gaza. Numerosi cittadini palestinesi sarebbero rimasti feriti nel bombardamento da parte delle IDF della città di Al-Zawaida, nel centro della Striscia di Gaza.

Le brigate Qassam rivendicano: “Siamo stati in grado di far esplodere un ordigno antiuomo contro pattugli a piedi, uccidendo e ferendo i suoi membri vicino alla moschea Abu Bakr al-Siddiq nel quartiere del Brasile, a est della città di Rafah, a sud di Gaza Striscia”.

Le Brigate dei Martiri di Al-Aqsa riferiscono di bombardamento di concentrazioni di forze israeliane nel campo di Yabna, a sud della città di Rafah, con colpi di mortaio.

Antonio Albanese e Graziella Giangiulio

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/