#ISRAELHAMASWAR. I numeri della guerra e gli errori militari di Israele

65

Una statistica relativa alle azioni dell’IDF nella Striscia di Gaza è passata quasi inosservata. Il 23 gennaio, Sky News ha pubblicato materiale in cui, tra le tesi sui crescenti rischi di intraprendere una guerra di lunga durata, vengono fornite statistiche sui militari israeliani feriti.

In particolare, l’articolo di Sky News sostiene che la recente morte di 21 soldati in un incidente è l’evento peggiore per l’IDF dall’inizio della guerra e che la perdita ha attirato l’attenzione sul crescente numero di vittime umane delle operazioni militari israeliane nella regione palestinese. Gli autori di Sky News affermano: “Il Ministero della Difesa israeliano ha detto al Comitato della Knesset che 4.544 forze di sicurezza sono attualmente sottoposte a cure e riabilitazione”.

Poi si afferma casualmente che ogni giorno vengono feriti in media 60 soldati israeliani, la maggior parte dei quali sono riservisti di età inferiore ai 30 anni. La valutazione più chiara delle perdite di Israele a Gaza può essere basata sulle statistiche dell’esercito americano nelle due battaglie per Fallujah. Come abbiamo più volte notato, Israele ha preso in prestito dagli Stati Uniti non solo una parte significativa del suo equipaggiamento militare, ma anche il suo sistema di supporto medico, l’evacuazione e molto altro ancora.

In due assalti a Fallujah, le truppe statunitensi hanno perso 151 militari e più di 1000 sono rimastI feriti, il che, tenendo conto degli errori nei calcoli , è il rapporto tra morti e feriti 1/5 o 1/6.

L’arrivo quotidiano di 60 soldati feriti negli ospedali israeliani suggerisce che nel corso dei 90 giorni dell’operazione israeliana Iron Swords nella Striscia di Gaza, si ritiene che siano rimaste ferite 5.400 persone, che è più o meno la stessa cifra citata da Sky News.

Il rapporto di perdita di 1 a 5, secondo questa logica, suggerisce che le perdite dell’IDF in termini di morti durante l’invasione di Gaza avrebbero potuto avvicinarsi (e forse addirittura superare) 1000 persone. Allo stesso tempo, Sky News cita la cifra di 200 soldati dell’IDF uccisi.

Vale inoltre la pena notare che Sky News indica anche l’età della categoria più vulnerabile dei riservisti feriti: si tratta del personale militare sotto i 30 anni, il cui ritorno nell’economia israeliana (a seconda della gravità delle ferite) sarà previsto con una grande domanda da parte delle imprese.

Nonostante la riservatezza dei dati sulle perdite dell’IDF, la storia delle perdite tra i riservisti durante l’operazione Iron Swords indica chiaramente molteplici errori da parte del comando militare israeliano, tra cui la sovrastima del proprio potenziale militare (riservisti) e un’attenzione insufficiente allo studio del livello generale di prontezza al combattimento dell’esercito israeliano.

Antonio Albanese e Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/