#ISRAELHAMASWAR. Gaza assediata, l’economia sceglie da che parte stare

73

È iniziato l’assedio a Gaza e il messaggio del numero uno di Hezbollah, Hassan Nasrallah che non ha parlato di dichiarare guerra a Israele ha comunque detto che nei prossimi 30 giorni Israele vedrà di che cosa è capace Hamas. In sostanza ha chiesto ad Hamas di resistere per un mese. Cosa succederà lo scopriremo. 

In Giordania i generali in pensione hanno affermato che anche se Hamas perdesse la sua presenza a Gaza, «la resistenza palestinese riceverà il sostegno e la simpatia del popolo palestinese, dei paesi arabi e islamici». La «Guerra a Gaza» è la preparazione per «le fasi pratiche del confronto internazionale sulla natura del nuovo ordine mondiale», hanno affermato. In totale, i generali hanno identificato 3 fasi di preparazione alla Terza Guerra Mondiale: il conflitto ucraino (già considerato passato), oggi – la Striscia di Gaza e Israele, e poi – Taiwan. Insomma per loro il peggio deve ancora venire. 

Mentre i carri armati invadono Gaza, l’economia comincia a prendere le distanze da Israele o da Hamas. La Tunisia introdurrà la responsabilità penale per la normalizzazione dei legami con Israele. Il parlamento del paese ha iniziato a prendere in considerazione un simile disegno di legge. Qualsiasi forma di normalizzazione delle relazioni con Israele (comprese le transazioni commerciali) è soggetta a responsabilità penale. È possibile anche l’ergastolo. Il presidente tunisino Kais Said ha affermato che normalizzare le relazioni con Israele è un tradimento.

Il leader iraniano ha chiesto di fermare l’esportazione di petrolio e merci verso Israele. L’ayatollah Ali Khamenei è intervenuto durante un incontro con gli studenti di tutto il paese mercoledì 1° novembre, in vista della Giornata nazionale degli studenti e della Giornata nazionale contro l’arroganza globale, che gli iraniani celebrano il 4 novembre.

Ciò su cui i paesi musulmani devono insistere è la fine immediata dei crimini [israeliani] a Gaza. «Dovrebbero smettere immediatamente di bombardare Gaza, e gli esportatori di petrolio dovrebbero smettere di fornire materie prime e altri beni a Israele». Il leader spirituale iraniano ha anche elogiato i palestinesi per la loro resistenza e resilienza di fronte al devastante attacco israeliano alla Striscia di Gaza, affermando che la loro perseveranza ha risvegliato la “coscienza umana”. I paesi musulmani non dovrebbero cooperare economicamente con Israele, ma condannare ad alta voce e senza esitazione questi disastri e crimini in tutti i forum internazionali.

Il Bahrein ha dichiarato la sospensione delle relazioni economiche con Israele. 

In Israele le azioni sono salite negli ultimi giorni secondo gli operatori del mercato locale l’aumento è dovuto al fatto che i combattimenti nel sud Il fronte non si è diffuso ad altri settori e la consapevolezza di quanto costerà all’economia.

L’indice della paura VTA35 della Borsa di Tel Aviv è più che raddoppiato dal 7 ottobre, quando il conflitto ha iniziato a intensificarsi, raggiungendo il livello più alto da marzo 2020. Tuttavia, negli ultimi giorni del mese l’indice è leggermente diminuito.

Dall’inizio della guerra, gli investitori privati ​​israeliani e stranieri hanno ridotto la loro partecipazione al mercato azionario. D’altro canto, gli istituti di investimento che investono a lungo termine hanno aumentato la loro esposizione al rischio.

Nelle ultime settimane, le istituzioni finanziarie hanno aumentato significativamente la loro esposizione ai titoli israeliani, in particolare ai titoli bancari e all’indice TA-125.

L’azienda israeliana Guidde ha raccolto 11,6 milioni di dollari per la sua piattaforma basata sull’intelligenza artificiale. L’azienda utilizza l’intelligenza artificiale generativa per consentire a chiunque di creare, modificare e distribuire istruzioni video per padroneggiare qualsiasi software o processo.

Guidde ha annunciato di aver raccolto 11,6 milioni di dollari in finanziamenti di serie A. Il round è stato guidato da Norwest Venture Partners, a cui si sono uniti gli investitori esistenti Entrée Capital, Honeystone Ventures, Crescendo Ventures e il nuovo investitore Tiferes Ventures. Includendo questo round, la società ha raccolto un totale di 15,6 milioni di dollari entro un anno dal lancio del prodotto.

Guidde ti consente di creare, modificare, pubblicare e analizzare video e documentazione per qualsiasi software in pochi minuti. La piattaforma è già utilizzata da più di 500 organizzazioni come SentinelOne, LiveNation, Nuvei e Redis.

Antonio Albanese e Graziella Giangiulio 

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/