#ISRAELHAMASWAR. Ecco perché Israele ha spostato ad agosto l’attacco a Hezbollah in Libano

96

A partire dal cinque di giugno si sono fatte sempre più pressanti le notizie di un attacco di Israele a Hezbollah in territorio libanese. Fonti social affermano che: “Israele intende invadere il sud del Libano intorno all’agosto di quest’anno, mese meno mese più, per impadronirsi di tutto il territorio fino al fiume Litani e fermare i attacchi missilistici di Hezbollah nel nord del paese”.

Secondo lo stesso account: “Questa invasione sarà probabilmente composta da 12 brigate strutturate in 3 divisioni: 146a Divisione: – 205a Brigata Corazzata di Riserva – Brigata Riserva Carmeli – 226a Brigata di Riserva – 228a Brigata di Riserva; e ancora 36a divisione corazzata: – 188a Brigata Corazzata – Brigata Golani – Brigata corazzata della riserva Kiryati – Brigata Riserva Etzioni; infine la 98a divisione:- 7a Brigata Corazzata – 35a Brigata – Brigata Commando- 551a Brigata di Riserva. Non tutte le brigate hanno completato l’addestramento. E alcune pur avendo fatto l’addestramento secondo i rumors della rete sono state selezionate dal Comando per essere appositamente risparmiate per l’invasione. 

Al momento però solo tre di quelle brigate sono in posizione: – La 551a Brigata dipende dalla 146a Divisione nella Galilea Occidentale; – La 36a e la 188a Brigata sono state smontate e tutti i loro battaglioni sono stati assegnati alle 3 brigate territoriali a guardia del confine libanese. Secondo fonti osint sostanzialmente i militari impiegati sarebbero 18.000, circa il doppio di quelli entrati in Libano nel 2006.

Le altre brigate designate allo scontro con Hezbollah nel nord sono però attualmente impiegate altrove: – La 7a, 35a Brigata e il Commando sono impegnate dentro e intorno a Gaza e non sono state ancora spostate a nord né preparate per l’invasione. – La Brigata Carmeli è attualmente a Netzarim, ma nei prossimi giorni si prevede che si sposterà a nord per sostituirne 551. (La stessa Carmeli sarà sostituita da Alexandroni in Netzarim) – 205, 226, 228, Kiryati ed Etzioni non sono tate mobilitate.

Per spostare le truppe ci vogliono circa sei settimane e quindi se l’attacco ci sarà non sarà prima di agosto. 

Sempre secondo fonti social vicino alle IDF fanno sapere che l’IDF ha poco tempo per operare in Libano o perderà, inizierà una lunga guerra di logoramento. “Tuttavia, una volta iniziata l’invasione, l’IDF deve completare tutti gli obiettivi entro meno di 3 mesi (idealmente entro 50 giorni) altrimenti sarà costretta a ritirarsi” si legge in un post di un analista militare.

“Questo perché il 60% delle forze d’invasione devono essere congedate e smobilitate una volta trascorsi 3 mesi poiché sono riservisti, e non è possibile continuare senza di loro l’IDF semplicemente non ha abbastanza forze regolari da sole e non può farlo”. 

La stessa fonte osserva che “a Gaza, le brigate di riserva non sono riuscite a restare operative oltre i 65 giorni senza rotazione. Se l’IDF riesce a prendere la linea Litani prima che ciò accada, la guerra è vinta”.

Altre fonti riportano che: “La 36a Divisione occuperà il Libano meridionale, la 162a Divisione occuperà Netzarim e Filadelfia e la 98a Divisione sarà utilizzata nei raid a Gaza per i prossimi 3 anni”. 

Alcuni anni fa Sayyed Hassan Nasrallah, il leader di Hezbollah, in un suo discorso disse: “Le vostre divisioni (Israeliane ndr) saranno distrutte, le vostre brigate saranno distrutte, i vostri battaglioni saranno dispersi, i vostri carri armati saranno demoliti”, tutto questo in diretta TV.

E concluse il suo discorso affermando: “Te lo prometto ancora una volta, guarderai una trasmissione in diretta della distruzione dei carri armati, delle divisioni e delle brigate israeliane se entrano nel sud del Libano.”

In ogni caso Israele si sta muovendo verso l’attacco ad agosto, il sei giugno le IDF hanno fatto sapere: “A causa della crescente escalation con Hezbollah, l’esercito israeliano annuncia: Secondo la valutazione della situazione, la decisione di ridurre le unità di riserva nel Comando Nord sarà rinviata di diverse settimane”.

Hillel Biton Rosen, giornalista ha scritto: “Verso una guerra contro Hezbollah: l’esercito israeliano ha annunciato il rinvio della decisione di ridurre le classi di riserva negli insediamenti del nord”.

Gli Stati Uniti avvertono che una “guerra limitata” di Israele con il Libano potrebbe spingere l’Iran a intervenire. Funzionari statunitensi hanno detto ad Axios che l’amministrazione Biden ha detto a Israele che non ritiene che “una guerra limitata” in Libano o una “piccola guerra regionale” sia un’opzione realistica perché sarà difficile impedire che si allarghi e vada fuori controllo.

L’amministrazione Biden ha avvertito Israele che un’invasione di terra del Libano, anche se solo nelle aree vicine al confine, probabilmente spingerebbe l’Iran a intervenire, hanno detto funzionari statunitensi e israeliani. Uno scenario che l’amministrazione ha sollevato con Israele è che il Libano potrebbe essere inondato di militanti delle milizie filo-iraniane in Siria, Iraq e persino nello Yemen che vorrebbero unirsi ai combattimenti.

Un alto funzionario dell’IDF ha affermato che la situazione è andata aggravandosi da maggio perché Hezbollah ha condotto attacchi con droni più efficaci contro obiettivi israeliani che non sono stati intercettati. Allo stesso tempo, Hezbollah ha iniziato a lanciare razzi “Burkan” con testate da 1.000 a 2.000 libbre che hanno causato danni significativi alle basi dell’IDF lungo il confine.

Nessuna decisione è stata presa durante la riunione del gabinetto di guerra, ma l’IDF ha presentato diverse opzioni per espandere i combattimenti, inclusa un’invasione di terra mirata a spingere le forze d’élite Radwan di Hezbollah lontano dal confine, ha detto il funzionario dell’IDF.

Il Giornale Maariv ha fatto un sondaggio in cui c’era anche una domanda sul Libano: Il 62% dell’opinione pubblica israeliana è favorevole all’apertura di un fronte di guerra con il Libano, rispetto al 18% che si oppone.

Antonio Albanese e Graziella Giangiulio

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/