ISRAELE. La nuova ambasciata in Turkmenistan turba i sogni di Teheran

207

Il 20 aprile il ministro degli Esteri israeliano Eli Cohen ha inaugurato un’ambasciata in Turkmenistan, situata a soli 17 chilometri dal confine iraniano.

L’Iran ha recentemente espresso la sua preoccupazione per lo sviluppo delle relazioni diplomatiche e di difesa tra Israele e il vicino nord-occidentale dell’Iran, l’Azerbaigian, e deve ora affrontare le ansie generate dalla nuova missione diplomatica di Israele sul territorio del suo vicino nord-orientale, il Turkmenistan, riporta BneIntelliNews.

«Sono venuto ad aprire un’ambasciata israeliana a 17 chilometri dal confine con l’Iran e a tenere una serie di incontri con il presidente e altri funzionari», ha twittato Cohen il 20 aprile, annunciando il suo arrivo in Turkmenistan per l’apertura dell’ambasciata nella capitale del Paese, Ashgabat.

Turkmenistan e Israele hanno stabilito relazioni diplomatiche 30 anni fa, ma non c’è mai stata più di una missione israeliana temporanea ad Ashgabat e il Turkmenistan, prevalentemente musulmano, non ha ancora un’ambasciata in Israele.

Nei commenti in inglese ai giornalisti israeliani che accompagnavano Cohen, il suo omologo turkmeno, Rashid Meredov, ha descritto, ripreso da Reuters, l’inaugurazione dell’ambasciata come “un esempio molto brillante della nostra amicizia”.

Cohen ha anche incontrato il presidente turkmeno Serdar Berdimuhamedov, che ha definito la sua visita “storica” e ha definito i legami di Israele con la “superpotenza energetica” dell’Asia centrale di importanza strategica.

Il Turkmenistan vanta le quinte riserve di gas naturale al mondo, anche se quasi tutte le sue esportazioni di gas sono destinate alla Cina.

«Intendiamo ampliare le relazioni economiche per includere l’agricoltura, l’acqua, la tecnologia e la difesa dei confini», ha dichiarato Cohen in un video pubblicato dal ministero degli Esteri israeliano. «Senza dubbio entrambi i Paesi trarranno beneficio da una più stretta cooperazione».

Il Turkmenistan, nazione di circa 6 milioni di abitanti, adotta in politica estera una politica di neutralità ufficiale non allineata. Sebbene eviti di aderire a blocchi politici o militari, il suo principale partner economico è la Cina e la Russia è generalmente vista come la principale influenza politica nei suoi affari.

Gli scambi commerciali del Turkmenistan con l’Iran sono relativamente ridotti, anche se le vie di transito turkmene sono importanti per una quantità considerevole di scambi tra gli iraniani e l’Asia centrale in generale.

L’Iran accusa spesso Israele di condurre operazioni, compresi gli assassinii, sul suo territorio. Un’ambasciata che offra all’apparato di intelligence israeliano un altro modo per avvicinarsi al territorio iraniano sarà vista da Teheran come una minaccia significativa, dal momento che Iran e Israele sono sempre più coinvolti in un “conflitto ombra” in Siria e in altre parti del Medio Oriente, anche in mare, dove si sono verificati numerosi attacchi alla navigazione.

L’Iran ha reso noto il proprio disappunto per la recente apertura della prima ambasciata in Israele da parte dell’Azerbaigian. Teheran è profondamente insoddisfatta dell’acquisizione da parte dell’Azerbaigian di hardware militare da Israele. Alcuni politici iraniani hanno occasionalmente attaccato quello che sostengono essere spionaggio israeliano condotto dall’Azerbaigian. D’altra parte, Israele è occupato da nemici in luoghi come la Siria, il Libano e i territori palestinesi, che sostiene siano armati dall’Iran.

Antonio Albanese

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/