Israele: gli ultraortodossi faranno il militare

49

ISRAELE- Gerusalemme. 07/07/13. Via libera del governo israeliano a un nuovo progetto di legge volto a arruolare migliaia di uomini ultra-ortodossi nell’esercito.

 

Il disegno di legge dovrà ora passare al vaglio del Knesset (parlamento). Se il parlamento accenderà il semaforo verde il disegno di legge, diverrà legge e ci sarà tempo fino al 217 per arruolare gli ultraortodossi nell’esercito.

Il disegno di legge è un importante punto di svolta nella società israeliana, in cui gli uomini ultraortodossi fino ad ora erano stati esentati dal servizio militare obbligatorio in base alla legge Tal, punto questo controverso che è stato trovato incostituzionale dalla Corte Suprema Israele.

«Il nostro obiettivo è duplice: l’integrazione di giovani uomini ultra-ortodossi nell’esercito e nella forza lavoro» ha dichiarato il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

La questione del diritto coscrizione gli ultraortodossi è parte di una campagna condotta da centrista Yesh Atid leader del Partito Yair Lapid e del nazionalista HaBayit Hayehudi leader del partito Naftali Bennet che chiedevano un onere pari dei doveri nella società israeliana da parte degli ultraortodossi e si opponevano con veemenza dal leader dei partiti haredi.

Lapid ha scritto sulla sua pagina Facebook oggi che il governo sta «facendo un cambiamento storico».

Il progetto di legge suggerisce che gli ultra-ortodossi otterrà un periodo transitorio di quattro anni al termine del quale tutti, ma 1.800 studenti esonerati serviranno nelle Forze di Difesa israeliane o di servizio nazionale.

L’ultra-ortodosso Meir Porush ha dichiarato: «oggi sarà ricordato come un giorno nero nella storia degli ebrei in Israele». 

Lo scorso maggio, decine di migliaia di ebrei ultraortodossi hanno protestato a Gerusalemme contro il disegno di legge di coscrizione pianificata.