Islamismi pericolosi negli Emirati Arabi

65

L’8 agosto durante la riunione del consiglio delle nazioni federate agli Emirati Arabi Uniti ad Abu Dhabi, Sheikh Saud bin Saqr al-Qasimi, sovrano dell’emirato del Ras al Khaimah, ha denunciato il locale gruppo islamico Islah, i cui membri sono stati recentemente arrestati per complotto contro la sicurezza dello Stato.

Al Islah mira a “rovinare” gli Emirati Arabi Uniti e a danneggiare «la sua leadership e il suo grande patrimonio nazionale», ha riferito Saud in una dichiarazione battuta dall’agenzia di stampa statale WAMGli Emirati Arabi Uniti hanno stroncato i locali gruppi islamici che sarebbero simpatizzanti dei Fratelli Musulmani coinvolti nelle crescenti tensioni con la Fratellanza in Egitto. Le azioni del governo mostrano la vulnerabilità intrinseca della struttura politica degli Emirati, più sensibile a eventuali opposizioni e turbolenze regionali rispetto ai Paesi vicini. Le incertezze provocate dai disordini della primevara araba nel 2011, le turbolenze in Siria e la rivalità regionale tra gli stati sunniti e l’Iran hanno messo in una posizione scomoda gli Emirati Arabi Uniti che saranno limitati nelle loro azioni di governo.