ISIS cattura soldati USA

38

IRAQ – Baghdad 19/08/2014. Lo Stato Islamico ha in mano prigionieri americani.

La rivendicazione è svenuta attraverso un video messo online dalla Al-Furqan Foundation, riporta la Islamic State Agency.
Il video, 4:40 minuti, che è stato pubblicato dallo Stato islamico, ritrae uno dei presunti soldati americani in una zona del deserto dell’Iraq, con una uniforme arancione, chiaro riferimento alla tenuta dei detenuti musulmani di Guantanamo, di nome James Wright Foley, che legge un messaggio per i suoi genitori e suo fratello, e per il popolo americano, dichiarando che Obama è andato alla ventura in Iraq, non preoccupandosi della sorte dei soldati, invitando gli americani a boicottare il governo Usa, che lo ha di fatto ucciso. Foley viene infatti decapitato dopo la dichiarazione.
Il video mostra un altro soldato ancora vivo nelle mani dello stato islamico, Stephen Joel Sutlov, con un messaggio minaccioso: il suo destino dipende dalle decisioni di Obama.
Accanto ai prigionieri americani compare un combattenti mascherato dello Stato islamico che parlare correntemente l’inglese con accento non arabo.