ISIS conquista il gas siriano di Shaar

65

SIRIA – Palmira 18/07/2014. Oltre 90 persone sono state uccise nei combattimenti avvenuti presso il giacimento di gas di Shaar, a est dell’antica città di Palmira. Riferisce la notizia al Arabiya e l’Osservatorio siriano per i diritti umani il 18 luglio.

Isis ha attaccato il 17 luglio il giacimento di Shaar e secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, 23 guardie sono state uccise; il numero dei caduti è però aumentato in base a quanto riportato dalla tv araba. Alla France Press, il direttore dell’Osservatorio Rami Abdel Rahman ha detto che: «La sorte di 340 tra membri della National Defence Force, dipendenti, guardie, ingegneri che si trovavano nel campo, è sconosciuta». Per Rahman questa operazione si Isis è la «più importante fatta finora contro il governo» del presidente al-Assad.
Secondo altre fonti, l’attacco sarebbe iniziato con “martirio”, cioè un attacco suicida in cui sono stati catturati 8 check point p”osti a difesa del giacimento. Isis, dopo aver proclamato la rinascita del “califfato” a cavallo tra Siria e Iraq il mese scorso, ha nelle ultime settimane ha ripreso le operazioni nella provincia di Deir Ezzor, regione ricca di petrolio. Deir Ezzor confina con la provincia irachena di Homs, in cui il gruppo jihadista sta conducendo un’offensiva su larga scala.