Sei donne giustiziate a Mosul

44

IRAQ – Mosul 10/10/2014. Due medici sono tra le donne, sei in tutto, giustiziate il 9 ottobre dai jihadisti dello Stato islamico a Mosul, la seconda città dell’Iraq.

Non è stato reso noto il motivo delle esecuzioni delle donne. Secondo fonti locali le due dottoresse si chiamavano Maha Subhan e Lamia Ismail. Il capo del Comitato per la sicurezza della provincia di Ninive, Mohamed Ibrahim al-Bayati, ha detto che le sei donne si sono trovate “al posto sbagliato nel momento sbagliato”, in pratica nel luogo comunemente usato dai IS per giustiziare i suoi oppositori. I corpi delle sei donne uccise sono stati poi consegnati dai jihadisti al Servizio di Medicina Legale di Mosul, ha detto al Bayati. Tra le vittime donne dello Stato Islamico figura anche una donna candidata alle elezioni legislative di aprile nella città settentrionale di Tal Afar.