ISIS vicina all’aeroporto militare di Deiz e- Zor

67

SIRIA – Damasco 10/09/2015. Le forze di Assad e quelle delle Stato Islamico hanno scambiato colpi di artiglieria e razzi il 10 settembre, dopo che Daash aveva preso sia una base del regime considerata la “prima linea di difesa” per l’aeroporto di Deir e-Zor e una caserma.

Lo riporta il blog Syria: direct, il 10 settembre. La base missilistica, a meno di 3 km dall’aeroporto, «è considerata la prima linea di difesa a sud-est dell’aeroporto», ha detto Muhammad Said, attivista siriano con stretti contatti a Deir e-Zor, già residente nella città, e ora in Turchia.


La presa della Base missilistica e la caserma di al-Binaa al-Abyad il 9 settembre, a sud-est e a est della città è stata confermata anche dal blog All4Syria sempre il 10 settembre: «L’organizzazione ha fatto esplodere autobombe guidate da “Abu Ayman al-Shami” e “Abu Khansa Homsi” contro i muri dell’aeroporto (…) permettendogli di controllare la “Brigata missilistica” e il “White Building”, la prima linea di difesa per l’aeroporto, uccidendo quasi 90 soldati, e catturando ingenti quantitativi di armi e munizioni». La distanza esatta tra la base missilistica e l’aeroporto non è chiaro: se le fonti pro-opposizione parlano di una distanza che oscilla da 1,5 km a 3km, due Syria: direct riporta una distanza di 3 km dall’aeroporto. L’aeroporto militare di Deir e-Zor è la terza più grande base aerea del regime ed è anche la base per il lancio di raid aerei del regime contro lo Stato Islamico nella provincia.