IS controlla il petrolio della Siria

55

SIRIA – Deir Ezzor 04/07/2014. Lo Stato Islamico (IS) ha il pieno controllo di tutti i principali campi petroliferi e gasiferi della provincia siriana di Deir Ezzor, al confine con l’Iraq.

Secondo il londinese Osservatorio siriano pe ri diritti umani, «IS controlla il campo di Tanak, nell’area desertica di Sheiytat nell’est di Deir Ezzor» dopo il ritiro doglio uomini di Al Nusra (AGC: Jabhaat Al Nusra si ritira), afferma l’Osservatorio. Il 4 luglio, i jihadisti hanno sequestrato il giacimento petrolifero di Al-Omar. «Non hanno ancora preso il giacimento petrolifero di Al-Ward che produce solo 200 bpd ed è nelle mani di una tribù locale», ha detto il direttore dell’Osservatorio Rami Abdel Rahman. A gennaio 2014, Al-Nusra e altri gruppi islamici avevano attaccato lo Stato Islamico dell’Iraq e del Levante, a causa della brutalità manifestata nei territori da loro conquistati. IS è stata espulso dalla provincia nord-orientale di Idlib e da gran parte di Aleppo, ma resta saldamente in controllo del suo bastione nella provincia di Raqa. A Deir Ezzor, IS ha ripreso quasi tutta il territorio, e le sue truppe hanno l’appoggio di armamenti pesanti catturati alle truppe irachene in fuga. Il califfato dichiarato da IS è stato bollato dai gruppi islamici in Siria una «eresia».