IRLANDA. Dublino ha troppe entrate fiscali, creerà un Fondo Sovrano

105

Secondo una nuova ricerca Ifac, tre società rappresenteranno un terzo di tutte le imposte sulle società raccolte nella Repubblica d’Irlanda tra il 2017 e il 2021. Il Consiglio consultivo fiscale irlandese, Ifac, ha dichiarato che tale cifra ammonta a circa 6,5 miliardi di dollari solo nel 2021 e probabilmente è aumentata lo scorso anno. L’imposta sulle società è l’imposta che le aziende pagano sui loro profitti.

L’Irlanda sta raccogliendo molto in termini di imposta sulle società, in quanto le riforme delle regole globali fanno sì che le principali società statunitensi scelgano di pagare le tasse sui loro profitti internazionali nel Paese, riporta MercoPress.

Le aziende del settore informatico e farmaceutico hanno rappresentato la stragrande maggioranza dell’imposta sulle società pagata in Irlanda nel 2021. La più nota è Apple, che ha dichiarato di essere il maggior contribuente irlandese.

L’anno scorso l’Irlanda ha raccolto 22,6 miliardi di euro in imposte sulle società, il 182% in più rispetto agli 8 miliardi di euro incassati solo cinque anni fa.

Il gettito dell’imposta sulle società è così elevato da consentire al governo irlandese di registrare un avanzo di bilancio. Il governo ha riconosciuto che probabilmente si tratta di un’entrata insostenibile e sta pianificando di utilizzare le entrate aggiuntive per creare un fondo sovrano.

Lo studio dell’Ifac , che si basa su informazioni aperte, come i depositi presso l’Ufficio di registrazione delle società irlandesi, ha rilevato che le prime tre aziende hanno rappresentato il 34% di tutte le entrate dell’imposta sulle società nel 2021. Tale quota è oscillata tra il 30% e il 38% nel periodo di cinque anni, dal 2017 al 2021.

L’identità di questi tre gruppi non è cambiata nel corso del periodo. Lo studio ha inoltre rilevato che, secondo le stime, i settori IT e farmaceutico rappresenteranno oltre il 90% dell’imposta sulle società pagata dalle prime 10 aziende nel 2021.

In risposta allo studio, il ministro delle Finanze irlandese Michael McGrath ha twittato: «Questo livello di concentrazione è un chiaro rischio per le nostre finanze che non può essere ignorato. Per questo sto sviluppando proposte per un fondo di risparmio a lungo termine per rendere le nostre finanze più sicure e sostenibili».

Tommaso Dal Passo

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/