Caccia siriani nei cieli iracheni

56

IRAQ- Qaim. 26/06/14. Caccia siriani hanno bombardato le posizioni dei ribelli vicino alla città di Qaim nell’Iraq occidentale vicino al confine siriano. La notizia arriva oggi ma il bombardamento è avvenuto martedì. Fonte Russia Today.

A darne notizia alla BBC il primo ministro iracheno Nuri al-Maliki secondo cui l’aereo siriano ha bombardato sui valichi di frontiera tra i due paesi, i militanti dell’organizzazione “dello Stato islamico in Iraq e il Levante” (“Daash”) Conosciuta in occidente con il nome di ISIS.

al-Maliki ha sottolineato in diretta tv irachena che non ha chiesto alla Siria di bombardare, ma ha «accolto» con favore eventuali attacchi diretti verso l’organizzazione “Daash” (ISIS).

L’agenzia di stampa Reuters ha successivamente detto che il canale televisivo “BBC”, ha corretto la dichiarazione del Primo Ministro Nuri al-Maliki, che lo ha fatto, e ha dichiarato che il diritto è che l’al-Maliki ha detto che la Siria ha lanciato attacchi aerei questa settimana all’interno del territorio siriano, non iracheno. I media hanno riferito in precedenza che i raid aerei sulla città di Qaim, controllata dagli islamisti, hanno ucciso tra i 18 e i 20 persone. Altri media locali hanno detto che il raid era stato lanciato da un aereo drone statunitense, ma Pentagono ha negato queste informazioni.