Iraqizzazione del Pakistan?

52

PAKISTAN – Islamabad 21/06/13. Almeno 14 persone sono state uccise e altre 28 ferite in un attentato suicida in una madrassa nel nord-ovest della città di Peshawar in Pakistan, il 21 giugno.

Il nuovo attentato in Pakista arriva diodo quello del 18 giugno in cui sono morte 34 persone e più di altre 50 ferite durante un funerale a Mardan. Saukat Ali Yousufzai, ministro provinciale dell’Informazione, ha detto che tre militanti hanno lanciato un attacco coordinato contro la Madrassa Hussainia, una scuola coranica situata nella zona  Gulshan Colony di Peshawar, capitale della provincia del Khyber Pakhtoonkhwa. «Tre militanti non identificati hanno aperto il fuoco contro le guardie di sicurezza al cancello principale della scuola. Dopo aver ucciso le guardie, un attaccante si è fatto esplodere all’interno della moschea, mentre gli altri due complici sono fuggiti», ha detto Shaukat. La scuola appartiene a musulmani sciiti e vi erano circa 200 persone all’interno della moschea quando l’esplosione è avvenuta. La polizia ha detto che l’attentatore suicida aveva con sé circa sei-otto kg di esplosivo che hanno ucciso un poliziotto e tre ragazzi che andavano a pregare. Fonti ospedaliere hanno poi aggiunto che almeno otto tra i feriti sono in condizioni critiche e sono in terapia intensiva. Nessuno ha ancora rivendicato l’attacco. Il presidente Zardari e il primo ministro Sharif hanno condannato l’esplosione. In conferenza stampa, Saukat Ali Yousufzai ha detto che le autorità vogliono bloccare l’estremismo nella zona avviando colloqui di pace con i talebani.