Autobomba IS a Baghdad

49

IRAQ – Baghdad 23/07/2014. Lo Stato Islamico ha rivendicato un attentato suicida avvenuto nella notte tra il 22 e il 23 luglio in un quartiere sciita di Baghdad. Nell’attentato, uno degli attentati recenti più letali nella capitale irachena, sono rimaste uccise 33 persone.

Is ha detto che l’esplosione avvenuta a Kadhimiya, sede di un importante santuario sciita, è stato effettuato da un combattente chiamato come Abu Abdul-Rahman al-Tunisi, di nazionalità tunisina. La polizia aveva inizialmente detto che le vittime della bomba erano 23, ma i funzionari dell’ospedale e dell’obitorio hanno poi detto nella mattina del 23 luglio che erano 33, con più di 50 feriti.
Lo Stato islamico ha rivendicato la responsabilità di una serie di attentati a Baghdad, tra cui quello di Sabato che ha ucciso 27 persone.
Sempre nella mattinata del 23 luglio, un attacco aereo da parte delle forze governative su un quartiere della città di Sharqat, a nord di Tikrit, ha ucciso 12 persone e le forze di sicurezza hanno trovato i corpi di otto soldati iracheni a 3 km da Samarra, la città più a nord sotto il completo controllo governativo.