IRAN. Teheran porta a casa l’appoggio cinese sul nucleare

72

«La Cina sostiene le richieste ragionevoli dell’Iran» dice Pechino a Teheran nell’incertezza dell’accordo nucleare.

A marzo 2021, la Cina e l’Iran hanno firmato un accordo venticinquennale sull’energia e la cooperazione economica e di sicurezza, definito un nuovo punto di partenza per i legami tra le due nazioni. Il Comprehensive Strategic Partnership copre una serie di attività economiche, dal petrolio e l’estrazione mineraria alla promozione dell’attività industriale in Iran, così come i trasporti e le collaborazioni agricole.

La telefonata tra i leader Xi Jinping e Hassan Rouhani è arrivata dopo che l’Agenzia internazionale dell’energia atomica dell’Onu, non riesce a trovare un accordo sulle ispezioni dei siti nucleari iraniani.

Rouhani ha ringraziato la Cina per l’aiuto nella lotta alla pandemia e per la sua “giusta posizione” sull’accordo nucleare e sulle questioni regionali come il conflitto israelo-palestinese

Il leader cinese ha detto di sostenere le “richieste ragionevoli” dell’Iran negli sforzi per rilanciare l’accordo nucleare del 2015 tra l’Iran e le potenze mondiali.

L’Agenzia Onu e i firmatari dell’accordo, tra cui la Cina, hanno cercato di riportare gli Stati Uniti e l’Iran nell’accordo del 2015. L’Iran il 24 maggio ha accettato di estendere di un mese l’accordo che permette all’Aiea di continuare a monitorare i siti mentre i colloqui per la revoca delle sanzioni contro l’Iran continuano a Vienna, riporta Scmp.

L’accordo temporaneo di un mese scadrà subito dopo le elezioni presidenziali iraniane del 18 giugno, quando i candidati conservatori integralisti dovrebbero sostituire l’uscente Rouhani, aggiungendo incertezza ai negoziati nella capitale austriaca.

La Cina ha accolto con favore l’estensione dell’accordo, e ha invitato gli Stati Uniti a tornare all’accordo sul nucleare iraniano.

Durante la telefonata, Xi ha detto che la Cina aumenterà il coordinamento con l’Iran sull’accordo e su altri affari regionali e internazionali. In generale Cina e Russia potrebbero riempire il vuoto in Medio Oriente

«La parte cinese sostiene le richieste ragionevoli della parte iraniana riguardo al Piano d’azione globale congiunto ed è disposta a rafforzare il coordinamento con la parte iraniana per salvaguardare gli interessi di entrambe le parti», ha detto Xi, secondo una dichiarazione del ministero degli Esteri cinese.

La Cina «continuerà a svolgere un ruolo costruttivo nello spingere per una soluzione rapida e giusta della questione palestinese, ed è pronta a lavorare con l’Iran per rafforzare la comunicazione e la cooperazione sugli affari regionali e internazionali».

Antonio Albanese