IRAN. Nuove esercitazioni antiaeree tra esercito e Pasdaran

96

L’esercito iraniano e il Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche hanno iniziato un’esercitazione militare congiunta con un focus sulla difesa aerea, che dicono comprenderà metà dello spazio aereo del paese.

L’esercitazione di due giorni, lanciata nella zona centrale del deserto iraniano nelle prime ore del 13 ottobre, è stata condotta dal quartier generale della difesa aerea Khatam al-Anbia. Come parte delle manovre, veicoli aerei con e senza equipaggio e missili dovevano essere lanciati contro obiettivi di terra al fine di testare le prestazioni della difesa aerea e dei sistemi radar.

La televisione di stato ha trasmesso filmati che mostravano diversi missili lanciati da sistemi di difesa aerea prodotti in Iran. Il generale di brigata Qader Rahimzadeh, comandante in capo della base di Khatam al-Anbia, ha detto che il 3° sistema di difesa missilistica Khordad dell’Irgc e il 15° sistema Khordad dell’esercito sono stati schierati, accanto ad altre attrezzature iraniane di guerra elettronica e informatica.

Il generale di brigata Alireza Sabahifard, comandante della forza di difesa aerea, ha detto che il primo giorno è stato un successo: «Le attrezzature che abbiamo usato oggi sono tutte iraniane e all’avanguardia della tecnologia moderna», ha detto alla televisione di stato, riporta Al Jazeera.

È arrivato un giorno dopo che l’Iran ha svelato Majid, un sistema missilistico di difesa aerea a corto raggio che ha detto che potrebbe essere collegato con un sistema radar di produzione locale con una portata di 30 km e potrebbe colpire obiettivi in un raggio di otto km

Rahimzadeh ha detto che uno degli obiettivi dell’esercitazione era di dimostrare che le forze armate iraniane possono difendere i “centri sensibili e vitali” del paese.

Diversi importanti siti nucleari e militari si trovano nelle zone centrali dell’Iran, compresi gli impianti nucleari di Natanz a Isfahan – che sono stati il bersaglio di due attacchi di sabotaggio dallo scorso anno che l’Iran ha accusato Israele.

Israele negli ultimi mesi ha ripetutamente avvertito dell’avanzamento del programma nucleare iraniano. Il mese scorso, il capo di stato maggiore Aviv Kohavi ha detto che Israele ha “notevolmente accelerato” i suoi piani militari per attaccare l’Iran al fine di affrontare le sue ambizioni nucleari.

Le ultime esercitazioni arrivano mentre sia l’esercito iraniano che le Guardie Rivoluzionarie hanno tenuto esercitazioni e mobilitato armi nelle zone sud-occidentali del paese al confine con l’Azerbaijan.

L’Iran ha detto di essere “preoccupato” per la presunta presenza di risorse israeliane vicino ai suoi confini, oltre alle forze “terroristiche” introdotte durante la guerra di 44 giorni dell’Azerbaigian con l’Armenia l’anno scorso.

A cavallo tra l’anno scorso e l’inizio di quest’anno, l’esercito iraniano e l’Irgc hanno tenuto una serie di esercitazioni militari per dimostrare le capacità terrestri, aeree e navali in mezzo alle tensioni con gli Stati Uniti.

Luigi Medici