IRAN. Muore un parlamentare: i casi di Covid19 superano quota 4.700

181

L’agenzia di stampa iraniana Tasnim riporta che Fatemeh Rahbar, un nuovo membro del Parlamento iraniano, è morta il 7 marzo a causa del coronavirus. Rahbar, 56 anni, era una delle poche deputate del Paese a maggioranza musulmana e rappresentava Teheran. Aveva trascorso due giorni in coma in un ospedale di Teheran, prosegue Tasnim.

Il giorni prima era deceduto per lo stesso motivo un consigliere del ministro degli Esteri iraniano. Hossein Sheikholeslam, uno degli studenti chepresero d’assalto l’ambasciata americana nel 1979. L’epidemia di coronavirus avrebbe causato la morte di altri politici e funzionari governativi di alto livello. 

Abdolnaser Hemmati, governatore della Banca Centrale dell’Iran, ha annunciato la morte di sei dipendenti del sistema bancario a causa del coronavirus. Hemmati ha pubblicato su Instagram, ripreso da Memo: «Secondo le informazioni che abbiamo ricevuto, sei cari e laboriosi colleghi del sistema bancario sono morti a causa del coronavirus mentre fornivano servizi ai cittadini. Nonostante i rischi di lavorare nelle filiali della banca, i nostri colleghi del sistema bancario non hanno esitato a consacrare gli sforzi necessari per servire la gente, soprattutto nelle filiali della Banca centrale».

Il governo iraniano aveva già dimezzato l’orario di lavoro nelle banche e nei dipartimenti governativi la settimana scorsa, per frenare la diffusione del coronavirus. Tuttavia, il comitato nazionale per la gestione dell’epidemia di coronavirus ha annullato la decisione durante la sua riunione del 5 marzo, e ha ordinato la ripresa dell’orario di lavoro ufficiale, oltre a raccomandare la concessione di permessi ai dipendenti a turno.

Il Ministero della Salute iraniano ha annunciato il numero di decessi dovuti al coronavirus è salito a 124, mentre finora nel Paese sono stati diagnosticati 4.747 casi del virus.

Il governo ha anche annunciato in precedenza che le scuole e le università saranno chiuse per un mese per limitare la diffusione del virus, confermando anche che istituirà delle barriere tra le città per limitare gli spostamenti e la trasmissione dell’infezione.

Maddalena Ingrao