I basiji raccolgono fondi per Gaza

49

IRAN – Teheran 24/07/2014. L’iraniana Nirouy-e moqavemat-e basij ovvero “Forza di resistenza di mobilitazione”, assieme agli operatori dei bazaar, ha aperto un conto corrente per raccogliere fondi per l’acquisto di armi per i palestinesi.

L’organizzazione ha annunciato la creazione di un conto bancario per la raccolta di denaro per la fornitura di armi per i combattenti palestinesi, riporta l’agenzia iraniana Fars il 24 luglio.
L’organizzazione ha invitato la popolazione a partecipare all’operazione avviata e tesa alla fornitura di armi per i palestinesi, in particolare per i combattenti in Cisgiordania, riferendosi alle osservazioni da leader supremo dell’Iran, l’Ayatollah Ali Khamenei.
Il 23 luglio, Khamenei aveva affermato che l’unica soluzione per la regione è la distruzione di Israele, e che il confronto armato deve espandersi oltre Gaza.
«Crediamo che la Cisgiordania dovrebbe essere armata come Gaza e quanti interessati al destino della Palestina dovrebbero seguirne l’esempio», ha detto Khamenei a un gruppo di studenti universitari di Teheran.