INTELLIGENCE. La guerra elettronica NATO – RUSSIA nell’Atlantico del Nord

98

Secondo l’intelligence francese, il dispiegamento da parte della Russia di nuove capacità di guerra elettronica nella penisola di Kola causa preoccupazione al Centro norvegese di guerra elettronica, Norwegian Electronic Warfare Center – Newc. Il team di esperti della News ha notato un aumento delle operazioni di interferenza elettromagnetica nel nord della Russia, che interessano sia le telecomunicazioni che i segnali Gps.

Fonti vicine alla Newc riferiscono che la Flotta russa del Nord ha schierato i sistemi di guerra elettronica Murmansk-BN e Krasukha-4 durante la tappa artica dell’esercitazione Nato Steadfast Defender 24 a marzo. La Russia avrebbe voluto interrompere l’esercitazione disturbando i segnali GPS, nonché raccogliere informazioni sull’architettura delle comunicazioni della NATO e su alcuni dei nuovi sistemi utilizzati. Durante l’esercitazione, le truppe norvegesi hanno utilizzato la piattaforma di guerra elettronica Heimdall di Rohde & Schwarz.

Gli esperti norvegesi di guerra elettronica stanno cercando modi per eliminare questa minaccia, e il comando delle forze navali della Svezia ha invitato la Nato a rispondere alle operazioni di disturbo russe nel Mar Baltico dalla regione di Kaliningrad.

Sin dalla Guerra Fredda, Oslo ha fornito importanti informazioni sulle attività di intelligence dei segnali russi e sui nuovi sviluppi tecnologici in questo campo. Lo staff del Newc, in collaborazione con il Norwegian Intelligence Service, Nis, sta studiando come operano le unità di guerra elettronica russe nello spettro elettromagnetico. Gli esperti norvegesi hanno trascorso il mese di marzo a decifrare i dati raccolti dalle stazioni Nis a Kirkenes, Vardø e Vadsø, nonché dalle navi da ricognizione Marjata ed Eger.

Il ministero della Difesa norvegese ha inoltre incaricato il personale dell’Istituto norvegese di ricerca sulla difesa e le squadre di Kongsberg di sviluppare nuovi sistemi in grado di resistere meglio agli attacchi di disturbo russi.

Secondo gli esperti del settore occidentale, la Russia ora ha la capacità di interrompere le operazioni militari norvegesi. Se le tensioni con il Cremlino dovessero aumentare, Oslo, che sarebbe la prima in linea a scontrarsi con le forze russe, potrebbe incontrare difficoltà a causa della sua incapacità di contrastare le operazioni di disturbo russe. Anche la sua forte dipendenza dai segnali Gps per selezionare bersagli e colpire può essere un problema.

Le questioni relative alla guerra elettronica legate allo spettro elettromagnetico saranno discusse al vertice annuale dell’Association of Old Crows, Aoc, un incontro di esperti privati ​​e governativi nel settore provenienti da tutto il mondo, che si terrà a Oslo il 14 e 15 maggio.

Anna Lotti

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/