Inevitabile la terza guerra israelo-libanese

96

di Antonio Albanese ISRAELE – Gerusalemme 06/10/2016. La terza guerra tra Israele e Libano è solo una questione di tempo, afferma il generale di brigata Rasan Alian.

Ospite in una popolare trasmissione televisiva sull’emittente Channel 2, Alian, ufficiale druso delle Idf e un veterano della seconda guerra in Libano, ha avvertito che un altro scontro con il paese dei cedri era inevitabile, aggiungendo che forze esterne, come Hamas, potrebbero innescare la scintilla per dare inizio ai combattimenti ai confini settentrionale di Israele: «Anche eventi su altri fronti potrebbero innescare qualcosa», ha aggiunto Alian (nella foto). Di stanza nel nord del paese, Alian ha sottolineato che gli eventi sul confine meridionale di Israele hanno un impatto tremendo: «Un sacco di cose a Gaza sono rilevanti per il fronte libanese: Comprendere il nemico e con chi abbiamo a che fare, con le sue tecniche e tattiche di combattimento, cose che il nemico migliora imparando dai suoi errori». In un modo o nell’altro, ha poi aggiunto, un terzo conflitto con il Libano «è solo una questione di tempo», riporta Arutz Sheva 7.

Alian è molto provato per quanto sta accadendo alla comunità drusa in Siria; ha detto, infatti, che pur dovendo Israele sempre concentrarsi sulla propria sicurezza, ove possibile, dovrebbe aiutare anche i gruppi delle sue minoranze provati dalla guerra civile: «Mi aspetto che lo Stato di Israele faccia tutto ciò che è possibile per aiutare le persone lì, in qualsiasi modo. Credo che lo Stato sappia fare i suoi calcoli, e alla fine tutto si riduce in ultima analisi, alla domanda su come proteggere meglio la sicurezza di Israele».