INDIA. Sempre meno petrolio russo nelle raffinerie indiane

42

Le raffinerie indiane hanno incrementato i loro acquisti di petrolio greggio statunitense, nel contesto di una più rigorosa applicazione delle sanzioni sulle forniture russe. Secondo i dati di tracciamento delle navi, il mese prossimo arriveranno in India più di 250.000 barili al giorno di greggio statunitense, la cifra più alta in più di un anno.

L’India, riporta AF, il terzo importatore e consumatore di petrolio al mondo, sta cercando di diversificare le sue forniture di petrolio mentre le nuove sanzioni statunitensi su Mosca minacciano di intaccare le vendite di petrolio russo all’India, il più grande acquirente di greggio russo trasportato via mare.

Secondo la società di localizzazione navale Kpler, circa 7,6 milioni di barili di petrolio, ovvero 256.000 barili al giorno (bpd), erano diretti in India su tre grandissime navi porta greggio e tre navi Suezmax.

Secondo i dati della società finanziaria LSEG, le navi, che erano in gran parte dirette verso la costa occidentale dell’India, sono state noleggiate da Reliance Industries, Vitol, Equinor e Sinokor, tra gli altri.

L’India è stata il principale acquirente di petrolio russo lo scorso anno, dopo che altri gruppi si sono ritirati dagli acquisti a seguito delle sanzioni occidentali contro Mosca per la sua invasione dell’Ucraina nel febbraio 2022.

Il mese scorso, gli Stati Uniti hanno intensificato gli sforzi per ridurre il commercio di petrolio russo aggiungendo sanzioni alla società di navigazione statale Sovcomflot e a 14 petroliere di petrolio greggio coinvolte nel trasporto di petrolio russo.

L’India Reliance, operatore del più grande complesso di raffinazione del mondo, non acquisterà il petrolio russo caricato sulle petroliere gestite da Sovcomflot dopo le recenti sanzioni statunitensi, riportava Reuters la scorsa settimana.

Sempre più raffinerie indiane intendono evitare le navi Sovcomflot, il che potrebbe pesare sulle importazioni di petrolio russo e lasciare la Russia con meno sbocchi per il suo prodotto di punta, dicono le fonti dell’agenzia britannica.

Lucia Giannini

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/