INDIA. Nuovo carro armato per gli scontri himalayani con i cinesi

174

L’India è pronta a presentare un suo carro armato leggero ottimizzato per la guerra di montagna sul confine conteso con l’Himalaya, apparentemente per contrastare i blindati leggeri della Cina nell’area.

L’esercito indiano ha stretto una collaborazione con il conglomerato locale Larsen & Toubro Ltd per sviluppare un carro armato leggero per la guerra di montagna, che dovrebbe essere presentato nel 2023, noto come “Progetto Zorawar”. I prototipi hanno superato i test sul campo per l’autorizzazione all’induzione, dopodiché potrà iniziare la produzione.

Gli scontri del Ladakh del 2020 hanno messo in luce le lacune dell’India in termini di capacità nel confine conteso con la Cina, come la mancanza di carri armati leggeri.

L’India impiegò con successo i carri armati leggeri Amx 30 di fabbricazione francese nelle precedenti schermaglie sul confine montano con il Pakistan e la Cina, rispettivamente nel 1948 e nel 1962. Tuttavia, negli anni ’80, questi carri armati leggeri sono stati gradualmente eliminati a favore dei più pesanti carri armati da combattimento principali, che hanno diversi limiti nella guerra di montagna.

L’abbandono dei carri armati leggeri per la guerra di montagna potrebbe essere dovuto alla preoccupazione dei pianificatori della difesa indiana per il Pakistan, considerato la minaccia più immediata. I carri armati indiani T-90 e T-72 da 45 tonnellate, progettati per manovre in deserti aperti o pianure, non sono adatti alla guerra d’alta quota e i battaglioni corazzati indiani hanno faticato a trasportare i loro carri armati pesanti sui passi di montagna a 5.300 metri di altezza, mentre i carri armati leggeri Ztq-15 da 33 tonnellate della Cina hanno superato facilmente il terreno accidentato, nel 2020.

Nel 2021, come misura di ripiego, l’India ha preso in considerazione l’acquisto di carri armati leggeri Sprut SDM1 russi da 18 tonnellate per contrastare i blindati leggeri cinesi, perché ha lo stesso cannone da 125 mm e le stesse munizioni dei T-90 e dei T-72.

Tuttavia, la guerra tra Russia e Ucraina ha avuto un impatto sulla produzione e sul mantenimento della flotta di carri armati indiani di fabbricazione russa, rendendo indispensabile per l’India la progettazione e lo sviluppo di carri armati leggeri propri, riporta The Times of India.

I carri armati leggeri indiani non dovrebbero superare le 25 tonnellate e dovrebbero avere un design modulare. Il cannone principale dovrebbe avere un caricatore automatico e sarà in grado di sparare munizioni intelligenti moderne e missili a guida anti-carro. La Difesa indica inoltre che il carro armato dovrà essere dotato di una stazione d’arma a controllo remoto per l’armamento secondario.

Il Progetto Zorawar punta a contrastare il carro armato leggero cinese Ztq-15, schierato sull’Himalaya, che ha un equipaggio di 3 persone e pesa da 33 a 36 tonnellate, a seconda della configurazione della corazzatura; dotato di un cannone a carica automatica da 105 mm con una gittata massima di 3.000 metri e può sparare Atgm per ingaggiare bersagli oltre la gittata effettiva del cannone. Dispone anche di un Rcws con una mitragliatrice calibro 50 e un lanciagranate automatico da 40 mm.

Lucia Giannini