INDIA. In servizio i primi sottufficiali donne nella polizia militare

26

L’esercito indiano l’8 maggio ha introdotto il primo gruppo di donne nel corpo di polizia militare, la prima volta che le donne sono entrate nell’esercito nel quadro non ufficiale, hanno detto i funzionari.

Le donne prestano servizio già come ufficiali in rami selezionati delle tre armi dai primi anni ’90: «Il Corpo di Polizia Militare Centro & Scuola a Bengaluru ha tenuto la parata di attestazione del primo corso di 83 donne soldato al Dronacharya Parade Ground l’8 maggio. La parata è stata condotta come un evento di basso profilo mentre osservava tutti i protocolli Covid-19», fa sapere un comunicato dell’esercito indiano ripreso da Hindustan Times. Tra le tre armi delle forze armate indiane, l’esercito è l’unico a introdurre donne come sottufficiali.

Queste donne sono entrate nell’esercito dopo un periodo di formazione di 61 settimane. L’addestramento ha coperto gli aspetti relativi all’addestramento militare di base, tutte le forme di doveri di polizia e la gestione dei prigionieri di guerra, i doveri cerimoniali e lo sviluppo delle abilità per includere la guida e la manutenzione di tutti i veicoli e le comunicazioni di segnale.

L’esercito prevede di introdurre 800 donne nella polizia militare con un’entrata annuale di 52 donne che serviranno come personale al di sotto del grado di ufficiale. Attualmente, ci sono più di 9.000 donne che servono l’esercito, la marina e l’aeronautica come ufficiali, con i servizi che danno loro più opportunità per aumentare la progressione di carriera. Il numero di donne nell’esercito è aumentato di quasi tre volte negli ultimi sei anni.

L’esercito aprirà presto le porte della sua specialità di aviazione alle donne ufficiali. Finora, le donne ufficiali svolgevano solo compiti di terra nell’aviazione dell’esercito. La specialità dell’aviazione dell’esercito gestisce gli elicotteri. Il primo gruppo di donne ufficiali inizierà la formazione per diventare pilota nel luglio 2021. Si uniranno ai compiti di volo in prima linea al completamento della formazione nel luglio 2022.

Maddalena Ingroia