INDIA. Denunciato hackeraggio cinese nel sistema dei vaccini anti COVID19

112

La questione degli hacker cinesi è tornata alla ribalta in India con le accuse dei loro tentativi di infiltrarsi nei sistemi IT di due produttori di vaccini indiani. I ricercatori di Cyfirma, una società di cyber intelligence, hanno detto di aver scoperto come il gruppo di hacker cinesi APT10 abbia preso di mira l’infrastruttura IT e la catena di approvvigionamento del Serum Institute of India, il più grande produttore di vaccini al mondo che produce il vaccino AstraZeneca, e Bharat Biotech, il produttore di vaccini indiano.

L’India, riporta Strait Times, ha dato l’approvazione di emergenza a entrambi i produttori di vaccini per fornire le esigenze del paese per il suo programma di vaccinazione, che è tra i più grandi intrapresi nel mondo. Cyfirma ha detto di aver scoperto che la ricerca indiana sui vaccini ha attirato l’attenzione di attori minacciosi sponsorizzati dallo stato cinese; l’azienda ha detto di non conoscere la data esatta degli attacchi, ma ha detto che le prove dalle comunità di hacker e dai forum hanno indicato tentativi già iniziati contro le due aziende.

Nel 2018, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha detto che APT10 ha agito in associazione con il ministero della Sicurezza di Stato cinese. L’affermazione di presunti tentativi di hacking coincide con gli sforzi di India e Cina per disinnescare le tensioni lungo il confine dove uno stallo militare ha interrotto i rapporti. I due paesi hanno iniziato il disimpegno delle loro forze in diversi punti del confine. Il violento scontro dello scorso giugno ha portato a un ammassamento di soldati e armi da entrambe le parti. Secondo Fireeye, il gruppo è conosciuto anche Squadra Menupass. APT10 è un gruppo cinese di spionaggio informatico che storicamente ha preso di mira l’edilizia e l’ingegneria, il settore aerospaziale, le aziende di telecomunicazioni e i governi di Stati Uniti, Europa e Giappone.

I due paesi sono anche entrambi in prima linea nella diplomazia dei vaccini: l’India ha dato milioni di dosi del suo vaccino ai suoi vicini, come Nepal, Bangladesh e Maldive, anche per rafforzare la sua influenza di fronte al crescente coinvolgimento cinese in Asia meridionale.

Luigi Medici